Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Parigi

L'italiano centrattacco dell'Unesco

Francesco Bandarin, dopo dieci anni al Patrimonio mondiale, ora guida l’intero settore Cultura dell’organismo dell’Onu: «Non siamo una polizia internazionale, gestiamo un fondamentale sistema di monitoraggio»

Francesco Bandarin ha finora visitato quasi metà degli 890 siti Patrimonio mondiale dell’Unesco

parigi. L’architetto veneziano Francesco Bandarin, è stato per dieci anni a capo del Centro del Patrimonio Mondiale, il settore di più alto profilo tra le attività di conservazione dell’Unesco. A luglio prenderà possesso dell’intero programma culturale dell’Unesco, alle dipendenze del nuovo direttore generale, la bulgara Irina Bokova (cfr. n. 291, ott. ’09, p. 6). Lo scorso settembre la Bokova è stata eletta superando di poco il ministro egiziano della cultura, Farouk Hosni, dopo che questi aveva espresso commenti  considerati antisemiti. La Bokova, che è subentrata al giapponese Koïchiro Matsuura, ha già nominato i suoi collaboratori principali. A Bandarin è stato assegnato il portafoglio della Cultura, ed è uno dei pochi funzionari a essere stati promossi internamente (la maggior parte provengono da organizzazioni esterne).
Nato a Venezia, Bandarin ha insegnato urbanistica presso la Facoltà di Architettura della città. Dopo avere operato come consulente, nel 2000 è stato nominato direttore del Centro del Patrimonio Mondiale dell’Unesco.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Martin Bailey, da Il Giornale dell'Arte numero 299, giugno 2010


Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012