Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

Bilanci annuali

Il 2009 italiano: 123 milioni di euro

È il fatturato delle maggiori case d’asta della Penisola. A guidare gli acquirenti sono stati l’ossessione per la qualità e un’estrema oculatezza

Giorgio de Chirico, «Costruttori di trofei», venduto da Farsettiarte a Prato per 970.950 euro

firenze, milano, prato, roma, venezia e vercelli. Si tirano le somme di un’annata non facile all’insegna della ricerca ossessiva della qualità, e di molta oculatezza negli acquisti per bilanci che complessivamente registrano valori in calo. Nell’ipotetica classifica delle case d’asta, in realtà quasi impossibile da stilare a causa dei diversi modi di ciascuna casa di produrre i propri risultati (manca ad esempio Christie’s che ingloba i risultati italiani in quelli europei) Sotheby’s si conferma al primo posto con 33.382.455 euro, totale complessivo di 7 appuntamenti d’asta. Filippo Lotti, amministratore delegato di Sotheby’s Italia, osserva che la società è da alcune stagioni market leader nell’arte contemporanea e nelle «single owner» e house sales. In effetti le 5 giornate di Firenze per la vendita delle collezioni di Salvatore e Francesco Romano hanno attratto l’interesse del collezionismo internazionale. Inoltre, per la prima volta in un’asta italiana la Soprintendenza di Firenze ha prodotto l’attestato di esportabilità o meno per ogni singola opera in vendita.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Michela Moro, da Il Giornale dell'Arte numero 295, febbraio 2010



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012