Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Restauro

Il Mibac si asporta un organo

Iscr sfrattato

Con sentenza passata in giudicato, l’Istituto Centrale del Restauro sta per essere sfrattato con uso della forza pubblica dalla sede in cui nacque, nel 1939, a Roma, in piazza San Francesco da Paola 9. Né è ben chiaro dove una delle più note istituzioni pubbliche italiane dovrà spostare dal mattino alla sera laboratori, attrezzature, uffici e uomini. È una vicenda indegna d’un qualsiasi paese civile, iniziata con la fondazione stessa del Ministero per i Beni culturali, nel 1974. Il neonato Ministero infatti si appropria dell’immenso palazzo del San Michele, appena comperato dallo Stato per farne la nuova sede di un Icr destinato a essere, nelle intenzioni di coloro che l’operazione avevano patrocinato, Pasquale Rotondi e Giovanni Urbani, il grande laboratorio internazionale dove ideare le azioni tecnico-scientifiche e organizzative per le politiche di tutela da condurre in Italia e nel mondo. Tre anni fa il Ministero, che già pagava con ritardo l’affitto della sede in cui aveva costretto l’Icr a restare, cancella il nome gloriosissimo dell’Icr, trasformandolo in quello di un inutile Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Bruno Zanardi, da Il Giornale dell'Arte numero 295, febbraio 2010



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012