Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Dear Sir

Alla gente il Padiglione Italia è piaciuto: per me è questo che conta

Un gioco, e come tale va accettato insieme al verdetto degli illustri giurati. All’appuntamento annuale con il leggendario «Il meglio e il peggio» di «Il Giornale dell’Arte» mi trovo prevedibilmente citato più volte nella categoria del peggior critico 2009, insieme al nostro (mio e di Buscaroli) Padiglione Italia. Niente di male, anzi, un destino condiviso insieme ai grandi della critica italiana, da Bonito Oliva a Bonami (Celant no, troppo antipatico per suscitare qualsiasi tipo di sentimento), non può che portare bene. Solo, mi permetto due rapide osservazioni. La prima: mi giudica male soprattutto chi non mi conosce personalmente, qualche antiquario, il pittore Notargiacomo, il Guglielmino che tanto mi diverte sulle colonne del GdA. Dico loro: incontriamoci, frequentiamoci. Gli uomini mi trovano divertente, le donne irresistibile. Anche voi cambierete parere. La seconda: tutti i giurati preoccupati di stroncare B&B e quasi nessuno si è ricordato della mostra di Birnbaum. Ciò conferma la mia tesi: la Biennale l’abbiamo fatta noi, le polemiche, la curiosità, la rottura rispetto al passato hanno portato quasi 400mila persone a Venezia, decretandone il successo.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Luca Beatrice, curatore Padiglione Italia, Biennale di Venezia 2009, da Il Giornale dell'Arte numero 295, febbraio 2010



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012