Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Parigi

Turner & Co.

Come il pittore inglese «costruiva» l’immagine

William Turner, «La spiaggia di Calais con la bassa marea e le pescatrici di esche», 1830, Bury Art Gallery and Museum © Bury Art Gall., Museum & Archives, Lancashire

parigi. Dopo la Tate di Londra e prima del Prado di Madrid, che l’ospiterà dal 22 giugno al 19 settembre, la mostra «Turner e i suoi pittori» passa per il Grand Palais di Parigi dal 24 febbraio al 24 maggio. Attraverso un centinaio di opere, tra dipinti e disegni, del maestro inglese (provenienti da collezioni inglesi e statunitensi pubbliche e private, oltre che dal Louvre e dal Prado), la rassegna illustra la «costruzione» della visione pittorica di Turner (1775-1851), realizzata nel costante dialogo e confronto sia con la pittura dei Maestri antichi sia con quella dei suoi contemporanei, ai quali lo contrapponeva una forte rivalità. Turner, a inizio carriera, a metà degli anni Novanta del Settecento, è un acquarellista di talento che mira a superare l’amico Thomas Girtin. Fin da questi primi anni, Turner si interessa alla tecnica a olio. La sua prima ispirazione proviene dal paesaggista gallese Richard Wilson, della generazione precedente, ma Turner si rivolge soprattutto ai Maestri antichi, con una particolare attenzione a Claude Lorrain.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Anna Maria Merlo , da Il Giornale dell'Arte numero 295, febbraio 2010



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012