Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Dieci anni fa

Beyeler vince contro lo Stato italiano

Il giornale rivela che nel 1950 circa 400mila oggetti di argenteria rubati agli ebrei dai nazisti furono venduti all’asta a New York dalle autorità americane a favore dell’agenzia dell’Onu che si occupava dei rifugiati. Le autorità britanniche e francesi hanno considerato la vendita illegale. Nel Rapporto annuale sulle mostre più visitate dell’anno, vince per l’anno 1999 «Monet in the 20th century» alla Royal Academy di Londra con 739.324 spettatori. Riapre il Centre Pompidou dopo più di due anni di lavori e una ricostruzione costata 61 milioni di euro: l’allestimento di Werner Spies è considerato démodé: cronologico, e soltanto di capolavori, senza dialogo stimolante tra le opere. La Corte europea dei diritti dell’uomo a Strasburgo decide in favore di Ernst Beyeler nella sua causa contro lo Stato italiano, che nel 1988 aveva costretto il gallerista a vendere «Il giardiniere» di Van Gogh (avendo esercitato il diritto di prelazione sull’opera acquistata in forma anonima nel 1977) per la somma irrisoria di 600 milioni di lire.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

da Il Giornale dell'Arte numero 295, febbraio 2010



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012