ALLEMANDI NUOVO SITO 970x90
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Mostre

Roma

Come eravamo

Al Macro la rivisitazione di due storiche mostre romane curate negli anni Sessanta da Achille Bonito Oliva

Achille Bonito Oliva e Graziella Lonardi con il manifesto di Vitalità del negativo nell’arte  italiana 1960/1970

roma. Cambio di scena al Macro, fino al 5 aprile, con cinque nuovi eventi. Il direttore Luca Massimo Barbero e la curatrice Francesca Pola, per il ciclo «Macroradici», propongono «La Nostra Era Avanguardia», una rilettura di due mostre, anello di congiunzione tra le avanguardie degli anni Sessanta e quelle del decennio successivo: «Vitalità del negativo nell’arte italiana 1960/70», che nel 1970 trasformò Palazzo delle Esposizioni in un contenitore multimediale, e «Contemporanea», che nel 1973  occupò il parcheggio sotterraneo di Villa Borghese, chiamando al lavoro artisti, videomaker, danzatori, con Rauschenberg, Warhol, Trisha Brown e tanti altri. Motore delle due rassegne fu Graziella Lonardi Buontempo, promotrice d’iniziative cruciali nel campo del contemporaneo a Roma. Entrambe le mostre costituirono due rivoluzionari modelli («Contemporanea» figura tra le trenta mostre più importanti del ’900), essendo state concepite dal loro curatore, Achille Bonito Oliva, come laboratori critici aperti, con il melting pot di generazioni e ricerche.
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Francesca Romana Morelli, da Il Giornale dell'Arte numero 295, febbraio 2010

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA413GDA413 VERNISSAGEGDA413 GDECONOMIAGDA413 GDMOSTRE
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012