Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Sfracelli d'Italia

L'organo del demonio

Il demonio esiste. Ma è difficile immaginarlo nell’architettura più armoniosa del mondo, e dalla denominazione così rassicurante: il tempio della Consolazione di Todi. In questo luogo eletto, di cui anche sull’ultimo «Giornale dell’Arte» si è parlato per alcuni corpi illuminanti che ne alterano le forme come foruncoli (e che, chiamato come arbitro, ho verificato essere sostanzialmente inutili per migliorare la spettacolare visione notturna del monumento), il vero problema è all’interno, non all’esterno del tempio. A pianta centrale, l’edificio ha una geometria perfetta, un mirabile colorito della pietra e volumi assoluti. In uno dei nicchioni bramanteschi la mano del demonio che si è impossessato del parroco ha posto un gigantesco parallelepipedo, di proporzioni abnormi e di superficie inerte, inespressiva. Sembra una macchina per il monitoraggio di un cantiere di restauro o una gigantesca lavatrice, e invece è un organo fortemente voluto dal parroco. Avendo anche le ruote si palesa come un carro. Non appena lo si vede lo si esclude come un corpo estraneo, immaginando che, per la sua conclamata provvisorietà, possa rapidamente essere rimosso. E, con l’espediente delle ruote, è un corpo mobile che garantisce di poter essere spostato senza difficoltà. In realtà domina quasi al centro dello spazio e sfugge al controllo della Soprintendenza, ma non all’occhio turbato dei visitatori. Impossibile che possa emettere suoni altro che dissonanti come le sue forme. Ho detto al direttore regionale del Ministero Francesco Scoppola che il primo impegno dell’organo di governo dovrà essere rimuovere l’organo per restituirci la Consolazione. © Riproduzione riservata

Vittorio Sgarbi, da Il Giornale dell'Arte numero 295, febbraio 2010



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012