Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

In Francia la cessione non passa

parigi. Il Conseil constitutionnel (analogo alla Corte costituzionale italiana) ha bocciato un articolo della legge finanziaria del 2010 che avrebbe dovuto permettere allo Stato di trasferire tutti i monumenti nazionali francesi agli enti locali, per sollevare le finanze pubbliche da un «peso» giudicato eccessivo. Per i «saggi», la proposta di cedere il patrimonio è una decisione troppo importante, che «non trova posto nella finanziaria». L’ipotesi aveva sollevato critiche e proteste nel mondo della cultura, anche se il ministro Frédéric Mitterrand si era detto «del tutto d’accordo». «È una svendita dei monumenti storici», aveva affermato il sindacato Cgt-cultura. Anche i senatori avevano espresso preoccupazione. Nella discussione della finanziaria, il Senato aveva proposto di introdurre dei limiti alla cessione, dando al Ministero della Cultura la possibilità di opporre un veto a una decisione di trasferimento presa dai prefetti. Secondo la prima stesura della finanziaria 2010, difatti, l’Arco di Trionfo, gli Invalides, Versailles o il Mont Saint-Michel avrebbero potuto essere ceduti dallo Stato e passare sotto il controllo degli enti locali su sola decisione prefettizia. La legge, per di più, non diceva nulla sul futuro di questi monumenti nel caso in cui l’ente locale non fosse riuscito a far fronte alle spese di manutenzione. C’era lo spettro della possibilità di cessione di tutto o parte di un monumento storico ai privati.

Anna Maria Merlo, da Il Giornale dell'Arte numero 295, febbraio 2010



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012