Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Reperti afghani per finanziare l’attentato alle torri gemelle


Secondo Giuseppe Proietti, segretario generale del Mibac, i servizi segreti tedeschi avrebbero un testimone del tentativo di Mohamed Atta, uno dei dirottatori dell’11 settembre 2001, di vendere in Germania reperti afghani frutto di saccheggi. Queste dichiarazioni di Proietti, spesso omesse, sono citate nel «Journal of Art Crime» uscito lo scorso autunno. Secondo Proietti, nel 1999 Atta avrebbe contattato un archeologo dell’Università tedesca di Gottinga offrendogli alcuni reperti afghani. L’archeologo, di cui non si conosce l’identità e che rifiutò la proposta, dichiarò ai servizi segreti tedeschi che Atta aveva affermato di aver bisogno del denaro per pagare lezioni di volo negli Usa. Atta si trasferì in Germania dalla nativa Il Cairo nel 1992 per studiare all’Università Tecnica di Amburgo. Qui le sue posizioni diventarono sempre più radicali, fino a fondare la cosiddetta cellula terroristica di Amburgo, che organizzò gli attentati del 2001 negli Stati Uniti. Alla fine del 1999 Atta passò ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Cristina Ruiz , da Il Giornale dell'Arte numero 295, febbraio 2010



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012