Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Istituto Germanico: riapre, ma provvisorio

181 anni fa nasceva l’Istituto archeologico germanico di Roma per volere di privati e con il sostegno della Francia, del re di Prussia e di altri aristocratici illuminati. Un’istituzione gloriosa che conserva una biblioteca di fama mondiale, con 210mila volumi e 1.895 riviste di archeologia e scienze dell’antichità, e una fototeca fondamentale per ricchezza e specializzazione. Chiusa da tre anni la sua sede storica di via Sardegna 79, ha riaperto i battenti lo scorso 25 gennaio nel palazzo di via Curtatone 4d dove rimarrà provvisoriamente fino al completamento dei lavori della sua sede. «È importante, spiega il direttore Henner von Hesberg, rientrare nella discussione scientifica più aperta», che vuol dire convegni, conferenze, la fototeca online con tutto il catalogo e gli inventari (un quarto è già digitalizzata, il resto si può avere su richiesta), la biblioteca finalmente riaperta. Certo gli spazi sono un terzo di quelli di prima, 2.300 mq in tutto, i posti sono 64 invece di 120 e riservati ai soli laureati, la metà del materiale è in un deposito fuori Roma, ma si può avere con prenotazione il giorno dopo, non c’è la foresteria. Intanto procede la definizione del progetto che riporterà l’Istituto in via Sardegna. I tre ministeri tedeschi coinvolti (Finanze, Affari Esteri e Costruzioni pubbliche) si sono accordati, e la speranza è di rientrare già per la fine del 2012. Proseguono anche le attività, essenzialmente di raccolta dei materiali, i cosiddetti «corpora», ma anche di scavo, 20 in tutto tra Italia centrale e meridionale, Tunisia e Albania: anche in questi casi si tratta spesso di documentare vecchi scavi laddove manchi una vera pubblicazione.

F.C.G., da Il Giornale dell'Arte numero 295, febbraio 2010



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012