GDA415 IN EDICOLA
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Il fotografo di guerra che folgorò lo stilista

Los Angeles. È stato il soggetto di un film olandese presentato al Festival di Rotterdam qualche anno fa, così come l’ispirazione dello stilista designer di Calvin Klein Francisco Costa, che nel 2006, dopo aver comprato l’edizione italiana del suo libro Viaggio in Giappone è rimasto folgorato dai colori, «quegli indaco e marroni saturi, pigmenti ossidati dal tempo», ha detto, così come dai tessuti e dai materiali naturali di cui sono vestiti i suoi soggetti fotografici. Felix Beato (1832-1909), inglese nato in Italia e vissuto a Corfù, è considerato uno dei pionieri della fotografia di viaggio e di guerra. Ritrasse il Giappone, l’India, la Cina, Burma, nel corso dei suoi viaggi e delle lunghe spedizioni e fotografò l’orrore della guerra, senza risparmiare nessun particolare, in Crimea, in India durante la ribellione del 1857 e in Cina, nel corso della guerra dell’Oppio. Si dice che costruì immagini particolarmente crude facendo anche trasportare i cadaveri delle vittime per creare inquadrature maggiormente efficaci.
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Viviana Bucarelli, da Il Giornale dell'Arte numero 304, dicembre 2010

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA415GDA 415 GDMostre
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012