Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Graffiti

Graffiti

L'elogio dell'ignoranza

«Pare che il ministro Tremonti, per rabbonire (e/o per irridere) il povero Bondi che si lamentava dei tagli alla cultura, gli abbia detto che “la cultura non si mangia”. È lo stesso Tremonti che in un recente comizio elettorale scatenò applausi elogiando “chi non ha il tempo di leggere libri”. Sta di fatto che il Ministro dell’Economia, non incidentalmente, i libri li abbia letti e anche scritti, e parli l’italiano degli abbienti. Così che quando allarga le braccia di fronte all’amara questua che la cultura italiana è costretta a fare davanti alla sua porta, fa la parte del ricco che spiega al povero quanto è bello accontentarsi. La cultura non serve agli intellettuali: ne hanno già fin troppa. Serve (come il pane) a chi non la possiede e in un certo senso ne è vittima, perché ne è escluso. I sempre più frequenti elogi dell’ignoranza che germinano specialmente a destra hanno l’inconfondibile retrogusto del lassismo. Cercano di eternare una società che assegna a pochi fortunati i mezzi economici e intellettuali per prevalere, e alla massa il dovere di sgobbare e produrre reddito, senza neanche la soddisfazione di leggerlo in un libro».
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Michele Serra, da Il Giornale dell'Arte numero 303, novembre 2010


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012