Giorno per giorno nell'arte | 10 giugno 2021

Il nuovo allestimento di Italo Rota per i Musei di Reggio Emilia | La collezione Decharme al Pompidou | Due bronzi Benin restituiti dal Met alla Nigeria | La giornata in 12 notizie

Redazione |

L’11 giugno i Musei Civici di Reggio Emilia, nati nel 1830 nel Palazzo dei Musei, inaugurano il nuovo allestimento firmato da Italo Rota. L’architetto milanese ha creato di fatto quattro nuove sezioni che affiancano l’allestimento ottocentesco del Museo di Storia naturale Lazzaro Spallanzani. [Il Giornale dell'Arte]

Donate al Musée national d’art moderne del Centre Pompidou 921 opere di art brut dalla collezione di Bruno Decharme, che vanno a riempire un vuoto del museo parigino. [Le Monde]

Il Metropolitan Museum of Art restituirà alla Nigeria tre oggetti: due placche in bronzo della Corte del Benin (donate al museo da un mercante di arte moderna nel 1991) e una testa di Ife del XIV secolo (offerta in acquisto al museo da un altro collezionista). [The Art Newspaper]

L'Isola Comacina sul lago di Como torna visitabile. Appartenne al re del Belgio, che nel 1920 la restituì all'Italia. Ora ripartono le visite guidate e presto vi torneranno gli artisti. [Corriere della Sera]

In Francia, ad Alençon o a Chartres, le ristrutturazioni contemporanee e i nuovi progetti costruttivi previsti presso le celebri cattedrali e in zone tutelate suscitano controversie. [Le Figaro]

Dopo un accurato restauro è tornato al suo posto nella filiale di Catanzaro della Banca d'Italia il dipinto «Il commercio di Calabria e le promesse del ministero italiano» del pittore calabrese Andrea Cefaly (1827-1907). [Ansa]

Ai Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi a Macerata è visitabile fino al 30 agosto la retrospettiva dedicata a Tullio Crali, nella città dove ha vissuto e che ospita il suo archivio. [Il Sole 24 Ore]

Il Kbr della Fundación Mapfre di Barcellona espone, per la prima volta in Spagna, scatti di Garry Winogrand sulla vita negli Stati Uniti a partire dagli anni Cinquanta del XX secolo. [El País]

In Tunisia l'artista algerino Rachid Koraïchi ha creato un cimitero-giardino per i resti di oltre 200 migranti sconosciuti, morti nel loro viaggio verso l'Europa, un luogo inteso come «un inizio di paradiso». [Le Figaro]

La Galleria Milano di via Turati a Milano rende omaggio a un anno dalla morte (il 14 giugno 2020) all'editore e artista Luigi Spagnol con la mostra «The Last Paintings 2018-2020», allestita dal 10 al 19 giugno. A cura di Demetrio Paparoni. [Ansa]

Una fotogalleria degli allestimenti della Quadriennale «Fuori», ancora aperta a Roma a Palazzo delle Esposizioni fino al 18 luglio. [Il Sole 24 Ore]

75 tra oli, acquerelli e disegni di Paul Signac, l'artista capofila dei «pointillistes», sono in mostra al Musée Jacquemart-André a Parigi. Una lezione di pace e di felicità. [Le Figaro]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione
Altri articoli in GIORNO PER GIORNO NELL'ARTE