In ricordo di Domenico Piva

Il 19 dicembre è scomparso il noto antiquario milanese

Associazione Antiquari Milanesi |  | MILANO

Domenico è sempre stato un combattente, nella vita e nel lavoro. E da combattente ha lottato con la malattia fino al 19 dicembre. Il suo posto di comando era la sua galleria, la «bottega», direbbe lui, dove era punto di riferimento per molti di noi; di sicuro tanti hanno in mente almeno un episodio in cui si sono rivolti a Domenico per sciogliere un dubbio, risolvere un problema, discutere un progetto.

Il nostro Presidente si è dedicato all’Associazione senza riserve, con rigore e autorevolezza portando nuova linfa e idee concrete per migliorare e rafforzare l’immagine dell’antiquario e dare impulso alle nostre attività; il successo di Amart è solo uno degli ultimi traguardi raggiunti grazie a lui.

Uomo di lunga esperienza e protagonista del mercato internazionale, ha condiviso le proprie competenze con tutti i colleghi, senza mai dimenticare di rappresentare le diverse personalità che costituiscono l’associazione. Con il suo acume e il suo carisma ci ha esortato a confrontarci con il mercato attuale, sempre più competitivo e globale.

Ci lascia un grande amico, un maestro dell’antiquariato, uno straordinario Presidente. Il modo migliore per onorarne la memoria è continuare la sua opera.

Il consiglio direttivo
Associazione Antiquari Milanesi

© Riproduzione riservata
Altri articoli in LETTERE