C'è un tesoro nella tomba di Federico III

Oro, monete, ceramiche e tessuti nel sepolcro, opera di Niclaes Gerhaert van Leyden

Martin Bailey |

Vienna. È rimasto segreto per oltre 500 anni, sepolto nel mausoleo di Federico III all’interno della Cattedrale di Santo Stefano, nel centro della capitale austriaca. Si tratta di un vero e proprio tesoro scoperto sei anni fa grazie ad alcune fotografie scattate all’interno della tomba reale attraverso un minuscolo foro e rese pubbliche solo adesso.

La fenditura nel marmo rosso del monumento, opera di Niclaes Gerhaert van Leyden, era stata praticata nel 1969 per avere conferma, grazie a una torcia e a un piccolo specchio, che le spoglie dell’imperatore del Sacro Romano Impero, in carica dal 1452 al 1493, fossero effettivamente presenti. Il progetto di ricerca attuale, frutto di una collaborazione con il Kunsthistorisches Museum, ha ora permesso di vedere non solo lo scheletro di Federico III ancora intatto, ma una serie di ornamenti tessili, lo scettro a globo e una corona dorata.

La sofisticata
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Martin Bailey