Quello sguardo che fa vergognare Trump

La fotografia di una bambina disperata al confine con il Messico conferma il potere delle immagini sulle scelte politiche attuali

Il pianto disperato di Yanela Hernández nella fotografia di John Moore
Helen Stoilas |  | New York

Tra il caos e le controversie prodotte dalla politica sull’immigrazione a «tolleranza zero» del presidente americano Donald Trump, che nelle scorse settimane ha visto migliaia di bambini separati dai loro genitori al confine messicano e rinchiusi in centri di detenzione improvvisati, un’immagine è emersa con particolare forza: lo scatto del reporter John Moore, vincitore del Premio Pulitzer, in cui una bambina honduregna di due anni piange disperatamente mentre assiste all’interrogatorio e alla perquisizione di sua madre da parte degli agenti della polizia di frontiera statunitense.

La fotografia, che è sembrata sintetizzare la crisi etica e umanitaria in corso, è stata condivisa online ed è diventata virale nel momento in cui è stata utilizzata in una campagna di donazioni su Facebook il cui obiettivo era riunire le famiglie; la campagna ha raccolto più di 20 milioni di dollari a favore
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Helen Stoilas
Altri articoli in ARGOMENTI