Testata Arte e Imprese ilgiornaledellarte.comilgiornaledellarte.com


CONDIVIDI Condividi su Facebook

notizie

Parma 2020 per le imprese del territorio

La Open Call "Industrie Creative Driven" e il progetto "Imprese Aperte" presentati dal coordinatore di Parma 2020 Francesca Velani a "Parma, io ci sto!" e UPI

Gli obiettivi di Parma 2020, coordinato da Francesca Velani, puntano a stabilizzare la collaborazione e il dialogo pubblico-privato, attraverso e per lo sviluppo del sistema culturale.

Promuovere la cultura come tempo del benessere, nel tempo e negli spazi del lavoro; stimolare l’innovazione attraverso l'osmosi tra cultura, creatività e comparti industriali che tradizionalmente ne sono lontani; diffondere la cultura d’impresa intesa come capacità di integrarsi in modo consapevole nel sistema economico-sociale; questi gli obiettivi delle azioni che il Dossier di candidatura ha promosso con e per le imprese.

Martedì 11 dicembre 2018 questi obiettivi e le azioni immaginate per realizzarli sono stati presentati all'Assemblea di "Parma, io ci sto!" e al direttivo dell'UPI, dando avvio così ai lavori dei progetti.

Di seguito le due azioni presentate:

Open call industrie creative driven

Le Industrie Creative Driven (ICD) sono imprese che impiegano contenuti e competenze culturali e creative per accrescere il valore dei prodotti e dei servizi. Pur non avendo la cultura nel proprio core business, la pongono come input nel processo produttivo, inducendo un vantaggio competitivo sul mercato.

La call intende rafforzare l'imprenditorialità creative driven, attraverso il dialogo tra industrie e il settore culturale e creativo, promuovendo e accompagnando il matching attravero lo sviluppo di progetti «su misura» da realizzare nel corso del 2020. Le imprese creative driven pongono, infatti, la cultura come un vero e proprio input del processo produttivo che non solo arricchisce l’output (ovvero i prodotti e i servizi) di significati, ma contribuisce in maniera unica e specifica al processo produttivo i cui nessi causali devono essere codificati, fatti emergere e implementati in un nuovo modello produttivo dichiaratamente culturalizzato. L’impresa che riorienta in tal senso il proprio sistema produttivo si arricchisce di significati che derivano da una visione etica del lavoro che fa riferimento all’attività fisica e intellettuale necessaria per arrivare al disegno del prodotto e all’organizzazione aziendale che ne consente l’espressione. Le imprese che intendono aderire al programma o avere più informazioni possono scrivere al Coordinatore alla mail: parma2020@comune.parma.it.

Collegati alla pagina dedicata per maggiori informazioni sulle quattro Open Call di Parma 2020.

Imprese aperte

Il progetto prevede:
l'apertura delle sedi d’impresa ai visitatori secondo un calendario da inserire nel Programma di Parma 2020;
la promozione della cultura d’impresa tramite incontri ed eventi aperti al pubblico;
la possibilità per le aziende di sviluppare iniziative culturali nei propri spazi.

@ Riproduzione riservata

Articoli correlati “Parma, io ci sto!”: essere accendini verso un interesse comune

di Maria Elena Santagati


Ricerca


GDA gennaio 2019

Vernissage gennaio 2019

RA Case d

Copertina RA Sponsor novembre 2011

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2019

Vedere in Campania 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012