Testata Arte e Imprese ilgiornaledellarte.comilgiornaledellarte.com


CONDIVIDI Condividi su Facebook

notizie

Next Design Perspectives: i trend 2021 di Altagamma

Trend del design e della creatività presentati all'evento annuale di Altagamma, fondazione che, dal 1992, riunisce le imprese dell’alta industria culturale e creativa italiana.

Next Design Perspectives 2019

NEXT DESIGN PERSPECTIVES, l’evento annuale di Altagamma - in partnership conAgenzia ICE e Fiera Milano che si è svolto il 29 ottobre all’interno del Gucci Hub a Milano - è stata un’occasione di confronto e riflessione sull’impatto del cambiamento attraverso la lente del design e della creatività nei settori moda, mobilità, food, design e ospitalità. “Un momento di riflessione su come interpretare il cambiamento nella strategia progettuale” lo ha definito parole diAndrea Illy, Presidente di Altagamma.

In coerenza con la svolta sostenibile del gruppo Kering, la conferenza è stato totalmente carbon free grazie al dono da parte di di Gucci di 1000 alberi (1 per partecipante) al Comune di Milano.

“Tutto è radicalmente diverso non solo rispetto alla generazione che ci ha preceduto, ma anche rispetto al modo in cui noi stessi vivevamo qualche anno faevidenzia il curatore Deyan Sudjic, Direttore del Design Museum di Londra - Nel corso di una generazione, la Cina è passata dall’essere la fabbrica low-cost del mondo intero ad un uno dei mercati chiave dell’industria del lusso europea. Nel frattempo la popolazione vive più a lungo, diventando progressivamente sempre più anziana. I consumatori chiedono sempre di più alle aziende. Pretendono più informazioni sui prodotti che comprano. Consumano in modo diverso e sono ultra sensibili ai messaggi sociali e politici. Lo Shopping Mall tradizionale è in difficoltà, la moda sta rivedendo radicalmente il modello classico della sfilata in passerella. Come cambieranno le nostre vite nel prossimo futuro a causa di questa accelerazione nella velocità del cambiamento?”

I principali trend del design e della creatività e il loro impatto sulle abitudini delle persone e sulle imprese che sono stati elaborati da WGSN, che ha presentato le principali tendenze per le industrie culturali e creative, analizzando le strategie aziendali attuali.

1. THE AGE OF SYSTEMS
In un mondo a complessità crescente, per affrontare le sfide economiche, politiche e sociali sarà richiesta un’efficace combinazione di design thinking e di pensiero sistemico. Unire queste due aree vedrà i problemi riconfigurarsi come opportunità, con il design e la creatività come soluzioni a lungo termine per le persone, l’ambiente e il business. Progettare sistemi migliori diventerà quasi più importante che progettare i prodotti stessi.

2. THE END OF MORE
In futuro, le persone privilegeranno l’accesso rispetto al possesso. Piuttosto che possedere più cose, vorranno soddisfare i propri desideri. Questa trasformazione prenderà la forma di un'economia immateriale, basata su emozioni, esperienze e conoscenza. Nei consumi la qualità avrà la meglio sulla quantità, si cercheranno diversi modi per ottenerla come la rental economy.
Per i nuovi prodotti, i giovani designer e le aziende più lungimiranti utliizzeranno il bio-design e il flusso dei rifiuti in modi innovativi ed efficaci. Le imprese, adattandosi per soddisfare le aspettative di consumatori più consapevoli, scopriranno che queste strategie ridurranno anche i costi (60 miliardi nel 2030 nella sola Europa).

3. THE HOME HUB
Il nostro rapporto con l'idea di casa sta cambiando, insieme al nostro modo di utilizzare lo spazio con l'evolvere delle nostre abitudini. La casa – che rappresenterà un mercato in crescita - sarà vista come spazio per migliorarsi, prendersi cura di sé e socializzare, in linea con la ricerca di calma e comfort.
I consumatori del 2021 porteranno dall’esterno nei loro spazi personali non solo il cibo (food delivery), ma anche altre attività, come le lezioni di fitness virtuali. I Millennial – che trascorrono a casa il 70% del tempo in più rispetto al resto della popolazione - stanno guidando questa trasformazione.

4. THE AGE GAP
Stiamo vivendo in un’era di polarizzazione demografica: in molte parti del mondo, la popolazione vive più a lungo, a fronte di un calo della natalità. Questa situazione sta iniziando a causare uno scontro intergenerazionale, con i giovani che si trovano ad affrontare il costo economico e sociale legato alla cura degli anziani. Nelle economie emergenti di Asia e Africa, invece, la popolazione è più giovane e i brand dovranno cogliere le opportunità offerte da queste generazioni. La tecnologia, i social media e gli spazi retail forniranno le opportune soluzioni.


5. INCLUSIVE NETWORKS
La domanda per un design inclusivo crescerà e la diversità sarà riconosciuta come elemento fondamentale.
Il design diventerà pluriversale (aperto all’apporto di diversi punti di vista nel pensiero e nella progettazione, con il coinvolgimento di professionisti provenienti da altri settori), respectful (caratterizzato da una visione più olistica che mette al centro la connessione fra tutte le forme viventi), attento all’heritage locale (grazie anche al miglioramento qualitativo dei prodotti domestici e all’attenzione alla provenienza nazionale).


6. DIGITAL CRAFTSMANSHIP
Poiché i consumatori di oggi si rivolgono sia al mondo reale che a quello digitale, le imprese dovranno ottimizzare l’esperienza digitale per i loro brand, i loro prodotti e la loro customer experience. I negozi senza prodotti condurranno il visitatore in un viaggio sempre più coinvolgente negli acquisti, l'abbigliamento e gli arredi puramente digitali saranno utilizzati per social media, lavoro e giochi. La Generazione Z e i Millennials accoglieranno anche l'idea del design digitale come nuova opportunità per soddisfare il desiderio di novità, affrontare le problematiche ambientali delle industrie e creare un sistema di design più sostenibile.

@Riproduzione riservata

di Francesca Panzarin


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Copertina RA Sponsor novembre 2011

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012