Testata Arte e Imprese ilgiornaledellarte.comilgiornaledellarte.com


CONDIVIDI Condividi su Facebook

notizie

Nasce la Fondazione Selina Azzoaglio. Arte e cultura per imprese e territori

Un nuovo soggetto del Terzo settore per promuovere l’innovazione sociale e industriale attraverso la Cultura e le Arti

Selina Azzoaglio

Ceva (Cuneo). É nata a Ceva, ma è già operativa con progetti attivi in Italia e presto lo sarà anche all’estero, la Fondazione Selina Azzoaglio. Presieduta dalla sua fondatrice Selina Azzoaglio, che ha iniziato la sua carriera nella banca di famiglia, il Banco Azzoaglio, ha come scopo principale far toccare con mano a imprenditori e amministratori pubblici l’efficacia e le potenzialità della contaminazione tra arte e scienza, arte e imprese, arte e società in termini di innovazione sostenibile e, pertanto, di competitività per il Sistema Paese. Seguendo il modello di Olivetti e delle imprese pubbliche dell’ex mondo IRI, in cui artisti e intellettuali (Gio Ponti, Ettore Sottsass) integravano la cultura e l’industria, la funzionalità della manifattura e l’estro della creatività, afferma Selina Azzoaglio “abbiamo bisogno in Italia di fabbriche e territori belli, cioè che sostengano e includano al loro interno la Cultura e le Arti non come intrattenimento, ma come fattore strategico di sviluppo aperto anche alle capacità degli artisti per sviluppare nuove visioni, di leggere le opportunità e trovare soluzioni innovative a nuovi problemi. Gli artisti hanno infatti idee dirompenti, esercitano il pensiero creativo modificando continuamente i punti di vista, interpretano le incognite come opportunità di scoperta: tutte capacità che possono rappresentare un contributo decisivo nel ripensare prodotti, servizi e soluzioni aziendali, nell’innovare processi e relazioni industriali e sociali. Oltre i laboratori tecnici di ricerca e sviluppo, credo fermamente che ci sia, pertanto, uno straordinario potenziale di innovazione ancora da esplorare”.

La valutazione dell’impatto della Cultura e delle Arti nelle imprese e sui territori, nei loro processi di innovazione industriale e sociale, va considerato oggi ben oltre il calcolo delle sole ricadute economiche, arrivando a ricomprenderne il contributo, non meno rilevante, nell’ambito della sostenibilità ambientale, della coesione sociale, della dimensione del ben-essere e dell’empowerment delle persone, delle loro potenzialità.In questo ambito strategico di innovazione industriale e sociale a base culturale (grazie anche al retroterra della pionieristica e geniale esperienza di Ivrea e di Adriano Olivetti), il Piemonte ha una leadership per la densità di progettualità di soggetti con cui la Fondazione Selina Azzoaglio intende avviare collaborazioni strutturali condividendo le proprie competenze.
All’insegna del binomio Cultura e Welfare, si iscrive la partnership con la Fondazione Medicina a Misura di Donna di Torino. Nell’ambito di questo percorso è stato naturale per la Fondazione Selina Azzoaglio sostenere l’estensione del progetto “Nati con la Cultura” a Cuneo, con l’ingresso dei musei nel tavolo cittadino dedicato al supporto genitoriale e l’introduzione della consegna a tutti i nuovi nati all’ospedale S. Croce e Carle del “Passaporto Culturale”. Questo dono spalanca le porte dei musei del territorio (ben 39 della rete Abbonamento Musei accreditati in Piemonte come “Family and Kids Friendly”) con un’offerta dedicata alle famiglie, partendo dalla prima infanzia dei loro bambini. La partecipazione culturale suggerita dai medici entra così a pieno titolo a far parte delle raccomandazioni per una buona crescita, fin dai primi mille giorni di vita, fondamentali per lo sviluppo delle sinapsi, i collegamenti neuronali, per le competenze sensoriali e sociali, per tutto l’arco della vita.
La Fondazione Selina Azzoaglio ha scelto come primo momento di relazione con il proprio territorio di riferimento, ancor prima di una propria presentazione ufficiale, di sostenere questo progetto di cooperazione inter-istituzionale a Cuneo, che sarà presentato giovedì 3 ottobre 2019, alle ore 15, presso il Salone d’Onore della Città, in occasione dell’incontro“La Cultura, risorsa di ben-essere per Famiglie e Bambini”, per contribuire a creare contesti favorevoli alla prevenzione e al contrasto delle diseguaglianze, presupposto di una futura società sana, di una crescita economica e sociale sostenibile. “Il ben-essere di ogni individuo e della comunità, sono le condizioni per lo sviluppo sociale ed economico di un territorio. Questa è la ragione per la quale plaudo a un dialogo sistematico e continuativo della cultura con i settori sociosanitari ed educativi, base per quell’osmosi di competenze indispensabili per affrontare la complessità del nostro tempo. La fondazione che presiedo, anch’essa “neonata” come i destinatari del presente progetto, è stata costituita sul pilastro della relazione della cultura con tutti i settori della società, a partire da quello delle imprese, grandi attori di trasformazione sociale”, dichiara Selina Azzoaglio.

La Fondazione Selina Azzoaglio, per lo svolgimento della propria mission istituzionale, si avvale di uno staff diretto dal neonominato Segretario generale Cesare Biasini Selvaggi e di una rete di partner operativi, tra cui Sineglossa di Ancona, organizzazione specializzata nell’ambito dell’innovazione delle imprese e nella rigenerazione territoriale con l’arte. In collaborazione con Sineglossa e con il suo festival art+b=love (?), la Fondazione Selina Azzoaglio debutterà il prossimo 11 ottobre ad ArtVerona, la rinomata fiera d’arte contemporanea veneta, con il progetto Amazon’s Cabinet of Curiosities (Algorithmic Enquiry n.1), un’opera d’arte che verrà realizzata nel corso di un workshop in cui l’artista Emilio Vavarella e un gruppo di 10 imprenditori affronteranno il tema della relazione tra intelligenza umana e intelligenza artificiale. L’intelligenza artificiale, in questo caso, sarà Alexa, l’assistente virtuale sviluppata da Amazon, che, a partire dalla domanda “Mi consigli un prodotto per realizzare un’opera d’arte?”, sceglierà una serie di oggetti attraverso il suo sistema di suggerimenti, fino a esaurimento del budget a disposizione. L’intelligenza umana, invece, individuale e collettiva, sarà rappresentata dallo stesso artista e dal gruppo di imprenditori, che metteranno al lavoro la propria visionarietà per dare un nuovo significato all’insieme di prodotti selezionati da Alexa. Per sperimentare quel dialogo promosso dalla Fondazione Selina Azzoaglio che avvicina gli artisti alle aziende per favore processi di innovazione.

di Davide Brignoli


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Copertina RA Sponsor novembre 2011

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012