Testata Arte e Imprese ilgiornaledellarte.comilgiornaledellarte.com


CONDIVIDI Condividi su Facebook

notizie

Flash News

Nuova edizione del Premio Cultura + Impresa. Il nuovo progetto di mecenatismo di Starhotels. L’azienda SEI Toscana si impegna per l’arte contemporanea. Il progetto per la quarta Galleria d’Italia di Intesa San Paolo a Torino. Le mostre negli spazi dell’azienda Mutina. “Opera tua”, restauro della Pietà del Battistero di San Marco a Venezia.

Mostra “Bric” di Nathalie du Pasquier presso spazio MUT, © Mutina for art

Al via la settima edizione del Premio Cultura + Impresa, scadenza 28 febbraio 2020.
Sono aperte le candidature per la settima edizione del Premio “Cultura + Impresa”, promosso dal Comitato non profit Cultura + Impresa e fondato da The Round Table e Federculture, con il contributo di ALES e Fondazione Italiana Accenture e l’affiancamento di partner quali Arte e Imprese-Il Giornale dell’arte, sin dagli esordi, Fondazione Fitzcarraldo, IULM, Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale, 24Ore Business School. L’iniziativa è volta a premiare i migliori progetti di Sponsorizzazione e Partnership culturale, Produzione culturale d’Impresa e di attivazione dell’Art Bonus, realizzati in Italia nel 2019. Da quest’anno, alle menzioni speciali già esistenti per Progetti Under 35, Fondazioni Culturali d’Impresa e Digital Innovation in Arts, si aggiunge quella dedicata alla “Cultural Corporate Responsibility”, in collaborazione con il Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale. “Vogliamo contribuire significativamente a favorire il dialogo e l’incontro fattivo tra Istituzioni e Operatori culturali pubblici e privati, e le Imprese di diversa natura e dimensione. Questa relazione oggi è diventata di interesse strategico per la nostra economia: la cultura è uno dei driver dello sviluppo sociale ed economico del nostro Paese e in quanto tale deve essere sostenuta; le imprese che scelgono di “contaminarsi” con l’Arte e la Cultura diventano più competitive e appetibili nella propria comunicazione, specie quando orientata al mercato internazionale” dichiara Francesco Moneta, Presidente del Comitato Cultura + Impresa. L’edizione dello scorso anno aveva registrato le candidature di 118 progetti, 60 per la categoria Sponsorizzazioni e Partnership, 50 per Produzioni d’impresa e 8 per Art Bonus.

Starhotels lancia il progetto di mecenatismo “La Grande Bellezza. The Dream Factory”.
Un impegno concreto per l’artigianato con il nuovo progetto di mecenatismo promosso da Starhotels in collaborazione con OMA-Osservatorio dei Mestieri d’Arte di Firenze, Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte e Gruppo Editoriale. Un programma articolato e variegato di iniziative, che prevede il coinvolgimento dei maestri artigiani a vari livelli, ad esempio attraverso la partecipazione a incontri ed eventi promossi da Starhotels nei propri spazi, l’esposizione di opere di alto artigianato in alcuni hotel del gruppo e la realizzazione di linee di prodotti sotto la guida di noti designer. A questo si aggiungono azioni di sostegno e sponsorizzazione di specifiche iniziative e l’istituzione di un Premio biennale per la produzione di opere legate al tema dell’hospitality, attraverso specifici contest. Art director del progetto è la giovane designer Sara Ricciardi. In occasione della presentazione dell’iniziativa presso il Rosa Grand Milano - Starhotels Collezione, l’artista ha realizzato una suggestiva installazione con maestri artigiani del calibro di Venini e Bianco Bianchi, che resterà in mostra fino al 31 gennaio 2020 insieme all’opera in ferro battuto Arbor Vitae, di cinque metri di altezza, del noto atelier La Fucina di Efesto. “Offrendo agli artigiani italiani importanti commissioni e una vetrina di eccellenza nelle sue più belle location, Starhotels raccoglie dunque il prezioso testimone di quel mecenatismo illuminato che ha protetto e fatto fiorire nella storia l’arte e l’alto artigianato italiani” si legge nella presentazione.

“SEI x l’arte”, presentato il progetto di valorizzazione dell’arte contemporanea di SEI Toscana.
SEI Toscana, azienda che gestisce il servizio integrato dei rifiuti urbani nelle province dell'Ato Toscana Sud (province di Arezzo, Grosseto e Siena e sei comuni della provincia di Livorno), ha presentato a Siena, lo scorso 19 dicembre, il progetto di valorizzazione dell’arte contemporanea “SEI x l’ARTE”, alla presenza del presidente dell’azienda Leonardo Masi, dell’amministratore delegato Marco Mairaghi, dell’esperto d’arte contemporanea e referente del progetto Alessandro Sarti, della presidente dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze Cristina Acidini e dell’artista Francesco Nesi. Destinatari del progetto saranno artisti toscani contemporanei, che potranno così essere conosciuti anche dal grande pubblico. “Con questo stimolante progetto si persegue il duplice obiettivo di favorire la diffusione della conoscenza delle arti visive e nello stesso tempo di promuovere artisti contemporanei toscani. L’azienda intende valorizzare la profonda vocazione storico-artistica e l’impareggiabile valore paesaggistico del territorio della Toscana meridionale, nella convinzione che anche attraverso contributi di questo tipo si rafforzi il necessario legame tra il gestore dei servizi di igiene ambientale e le molte comunità a favore delle quali opera” ha dichiarato il presidente dell’azienda Leonardo Masi. “Sei bellissima” è il titolo della prima opera d’arte lanciata con il progetto, opera litografica del maestro Francesco Nesi riprodotta in una serie limitata di 150 esemplari e donata ai sindaci dei Comuni dell’ATO Toscana Sud in occasione delle festività natalizie. “La società vuole raccogliere la sfida più ambiziosa di farsi attore protagonista del sistema ambientale in cui opera e del decoro urbano delle città. Prendersi cura delle città significa anche prendersi cura del patrimonio storico e artistico di tutto il nostro splendido territorio” ha affermato l’Ad Marco Mairaghi.

Torino. Il progetto per la quarta Galleria d’Italia di Intesa San Paolo.
Il 14 gennaio prossimo verrà presentato a Torino il progetto per la quarta sede di Gallerie d’Italia, iniziativa grazie alla quale Intesa San Paolo valorizza il proprio patrimonio artistico di oltre 30.000 opere con spazi museali dedicati. Ai musei già esistenti a Milano, Napoli e Vicenza, che nel 2019 hanno registrato complessivamente oltre 500.000 visitatori, si aggiungerà la sede torinese dedicata a fotografia e video arte, valorizzando così anche l'Archivio Publifoto, recentemente acquisito da Intesa San Paolo, che comprende circa 7 milioni di scatti fotografici dagli anni Trenta agli anni Novanta del ‘900. Firmato da Michele De Lucchi, il progetto prevede 6.000 mq di cui 3.000 di spazi espositivi nell’attuale sede legale del gruppo presso Palazzo Turinetti in piazza San Carlo, e vedrà la luce nel 2022. All’esposizione permanente si affiancheranno mostre temporanee di fotografi di caratura internazionale, eventi e progetti in collaborazione con altre istituzioni, tra cui Camera – Centro Italiano per la fotografia, con sede a Torino, di cui Intesa Sanpaolo è socio fondatore. L’apertura del nuovo museo a Torino rientra nel più ampio Progetto Cultura del gruppo bancario ed era stata annunciata già nel 2011. Parteciperanno alla presentazione pubblica del progetto il presidente emerito di Intesa Sanpaolo Giovanni Bazoli, il presidente Gian Maria Gros-Pietro, il consigliere delegato e ceo Carlo Messina, la sindaca di Torino Chiara Appendino e il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio.

Fiorano (MO). Nuova mostra dedicata al libro d’artista presso lo spazio MUT dell’azienda Mutina.
“Mutina for art” è il progetto culturale di Mutina, azienda italiana di eccellenza nel settore della ceramica, intesa anche quale progetto di interior design, che si articola in tre diverse iniziative: lo spazio espositivo MUT all’interno degli spazi aziendali, il premio annuale “This is Not a Prize” e “Dialogue”, ovvero collaborazioni con artisti, gallerie e istituzioni a livello internazionale. Attualmente lo spazio MUT ospita la mostra “Bric” di Nathalie du Pasquier, curata da Sarah Cosulich e in programma fino al 19 giugno 2020, per la quale l’artista ha creato una installazione site-specific composta da sette elementi scultorei, elaborando il mattone “nella sua essenza fisica e concettuale, come simbolo di connessione e, nella sua individualità, anche un’architettura perfetta”, come si legge nella presentazione. A questa, dal 24 gennaio prossimo, si affiancherà la mostra “EVERY OTHER SPACE. A display of artists’ books”, nata da una collaborazione tra Gregorio Magnani e Nicole Wermers, che proporrà una selezione di libri d’artista esposti su un display realizzato con fibra di cocco dall’artista Nicole Wermers nello showroom Mutina. La selezione comprende libri di Kai Althoff, Isa Genzken, Richard Prince, Laura Owens, Hanne Darboven, Christopher Williams, Wolfgang Tillmans, Andy Warhol, oltre al libro manifesto del Futurismo “Zang Tumb Tumb”, pubblicato nel 1912 da Filippo Marinetti, e alle sperimentazioni più recenti, celebrando così l’incontro fra libro e creatività.

Venezia. Con “Opera tua” di CoopAlleanza 3.0 restaurata La Pietà del Battistero di San Marco.
Altro importante restauro realizzato grazie all’edizione 2019 di “Opera tua”, il progetto promosso da CoopAlleanza 3.0 in collaborazione con Fondaco Italia e l’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, da quest’anno con il patrocinio del Touring Club Italia. A seguito della votazione online da parte dei soci, l’opera selezionata per il restauro nella tappa dedicata al Veneto è stato il complesso statuario della Pietà del Battistero della Basilica di San Marco, scultura in pietra gessosa di colore grigio scuro cava sul retro. Iniziato a fine luglio 2019, realizzato dalla ditta Lares di Venezia con la supervisione dell’Arch. Mario Piana, Proto della Basilica di San Marco, il restauro ha compreso diverse azioni di pulizia, di rimozione di materiale incoerente, di consolidamento, di stuccatura, di integrazione pittorica e di trattamento protettivo. Il monumento restaurato è stato restituito alla cittadinanza con un evento pubblico tenutosi il 17 dicembre scorso alla presenza di S.E. Monsignor Francesco Moraglia, Patriarca di Venezia; Carlo Alberto Tesserin, Primo Procuratore di San Marco; Luigi Brugnaro, Sindaco di Venezia; Luca Bernareggi, presidente Ancc Coop; Marco Pedroni, presidente Coop Italia; Daniel Tiozzo, presidente Area sociale vasta Coop Alleanza 3.0; Enrico Bressan, presidente Fondaco Italia; Mario Cherido, A.D. Lares.

@ Riproduzione riservata

di Maria Elena Santagati


Ricerca


GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia Romagna Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere nelle Marche Luglio-Agosto 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012