Testata Arte e Imprese ilgiornaledellarte.comilgiornaledellarte.com


CONDIVIDI Condividi su Facebook

notizie

Flash News

Intesa San Paolo: 13,5 milioni € per il Fondo di beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale. Il Sector Open Lab di Lazio Innova per l’industria culturale e creativa. A Venezia un progetto di arte e medicina. Amarelli per l’arte e la sostenibilità. Al via ad Ancona il festival “Art+b=love”. Workshop di premiazione del premio “Cultura + Impresa”. A Roma spazio all’arte contemporanea nel nuovo Relais Vittoria Colonna.

Festival "Art+b=love", edizione 2019

Intesa San Paolo: 13,5 milioni € per il Fondo di beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale.
Approvato lo scorso 30 aprile lo stanziamento di 13,5 milioni di € per il Fondo di beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale di Intesa San Paolo. Un aumento di 1,5 milioni di € rispetto allo stanziamento dello scorso anno, che con 12 milioni di € aveva garantito il sostegno a 908 progetti promossi da soggetti no profit, destinando il 72% al sociale e a beneficio delle componenti più deboli, il 16% a iniziative presentate da enti religiosi, l’8% alla cultura, ambito in cui si è data priorità a progetti che includessero soggetti fragili ed emarginati, il 4% alla ricerca scientifica. L’88% dei contributi è stato assegnato a progetti attuati sul territorio italiano, di cui ben il 30% a Mezzogiorno e isole, mentre la restante parte a progetti internazionali nei paesi in cui opera il gruppo bancario. “L’attività del Fondo è parte del rilevante impegno di Intesa Sanpaolo a favore del miglioramento economico e sociale delle persone e delle famiglie, impegno che si dispiega in un ampio piano di iniziative verso i bisognosi, di inclusione creditizia attraverso l’attività Impact e di un programma in ambito culturale e artistico di assoluta eccellenza, che vede spiccare i tre musei delle Gallerie d’Italia a Milano, Napoli e Vicenza. Nel 2018 il solo contributo caritatevole di Intesa Sanpaolo alla comunità - di cui il Fondo di Beneficenza rappresenta circa il 20% - è stato pari a circa 62 milioni di euro. A questo si aggiungono i dividendi distribuiti alle Fondazioni azioniste, ben 625 milioni nel 2019, che si traducono in erogazioni filantropiche ai rispettivi territori di riferimento”, ha affermato il Presidente di Intesa Sanpaolo Gian Maria Gros-Pietro.

Lazio Innova: attivato un sector open lab per le imprese culturali e creative.
Con il progetto Sector Open Lab, Lazio Innova, società in house della Regione Lazio, partecipata anche dalla Camera di Commercio di Roma, è attiva nello scouting di idee imprenditoriali innovative, rivolgendosi ad aspiranti imprenditori che, dopo essere stati selezionati, vengono coinvolti in sessioni collaborative di co-design e in un percorso formativo per la definizione del proprio business model della durata di 4 settimane, in uno o più Spazi Attivi di Lazio Innova sul territorio. È stato recentemente lanciato il progetto di un Sector Open Lab dedicato a progetti d’impresa nel settore culturale e creativo, attraverso gli Spazi Attivi di Roma Casilina, Latina, Viterbo e Zagarolo ed i FabLab in essi presenti. A tale proposito, attraverso candidature da inviare entro il 26 aprile, la società ha avviato la ricerca di partner interessati a sviluppare temi e contenuti specifici e/o verticali all’interno del Sector Open Lab. In particolare, si prevedono collaborazioni con dipartimenti universitari, scuole ed istituti di design, associazioni e fondazioni, medie e grandi aziende, esperti di settore con competenze nei settori: nuove tecnologie e web, architettura e design, automazione e robotica, cinema e audiovisivo, grafica, arte e fotografia, editoria, illustrazione, fumetto, musica e sound, teatro, danza e performance dal vivo, fashion e moda.

L’impegno di Amarelli per l’arte e la sostenibilità.
Prosegue l’impegno della storica azienda in favore dell’arte e della creatività, della promozione e valorizzazione del territorio, della sostenibilità ambientale. Dopo aver inaugurato con la sua esposizione, lo scorso marzo, l’Open future delle imprese italiane a Matera, progetto promosso da Confindustria in occasione dell’iniziative di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, lo scorso 7 maggio Amarelli ha presentato a Milano, presso il proprio stand all’interno della manifestazione internazionale Tuttofood, il live painting show dell’artista Massimo Sirelli, nome di spicco nel mondo dell’upcycling, ovvero del riciclo creativo. Una collaborazione, quella con l’artista, che si articola in diversi progetti, tra cui la serie di scatoline di liquirizia "POP ART EDITION 2019", presentate con l’occasione durante l’evento. L’iniziativa fa seguito alla prima mostra personale dell’artista “Teneri bulloni”, che la scorsa estate ha visto in esposizione, presso il museo MARCA di Catanzaro, oltre 50 robot realizzati con materiali riciclo, tra cui un omaggio alla storica azienda italiana produttrice di liquirizia.

Venezia. Un progetto di arte e medicina, a sostegno delle malattie rare.
È stata inaugurata lo scorso 3 maggio, e sarà visitabile fino al 27 maggio presso l’androne delle Colonne dell’Ospedale Civile Ss. Giovanni e Paolo, la mostra dal titolo “Scienza e Arte /Sogni e Voleri”. Attraverso 11 pannelli fronte/retro, con foto documentaristiche di Matteo Danesin, la mostra mette a confronto le fasi produttive del merletto veneziano/buranello ad ago con quelle del PDTA-Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale della persona con malattia rara. L’iniziativa si inserisce nell’ambito di un progetto che prevede anche due incontri di approfondimento: una conferenza iniziale tenutasi il 3 maggio sul tema arte/cura, e una conferenza sempre sul rapporto arte/medicina in data 27 maggio. Ideata da Renza Barbon Galluppi, con l’organizzazione di Uniamo Goldin Impresa Sociale e dell’Associazione Rete Malattie Rare, la mostra ha visto la collaborazione di numerose istituzioni: l’Azienda ULSS3 Serenissima, l’associazione culturale Paolo Rizzi, grazie alla quale sono stati coinvolti sette artisti che hanno partecipato alla mostra con opere pittoriche, la Fondazione Archivio Vittorio Cini, che ha collaborato alla realizzazione del catalogo e l’associazione Arte-Mide. Il progetto è patrocinato da: Federazione Italiana Malattie Rare UNIAMO FIMR onlus, Istituto Superiore di Sanità, Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, Comune di Venezia, Fondazione Musei Civici di Venezia, OMCEO Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Venezia, Regione Veneto, Venice Science Gallery e Venezia Nativa-Consorzio per la valorizzazione di Burano, Mazzorbo e Torcello.

Ancona. Al via il festival Art + b = love, “L’imprevisto come opportunità di scoperta” il tema della terza edizione.
La Mole Antonelliana ospita, dal 16 al 19 maggio, la terza edizione del festival dedicato “al potere innovatore dell’arte”, organizzato da Sineglossa creative ground, con il contributo di Regione Marche e Comune di Ancona, in collaborazione con la Fondazione Selina Azzoaglio, La Mole e partner pubblici e privati. Art+b=love quest’anno prevede performance, conversazioni, esposizioni, testimonianze, business games e workshop incentrati sull’imprevisto: “Ogni grande innovazione è caratterizzata da un imprevisto inteso come occasione di scoperta di qualcosa di nuovo mentre si sta cercando qualcos’altro. Ogni grande innovatore si è contraddistinto per la capacità di tradurre l’imprevisto in un fattore positivo e strategico di scoperta. Il festival di quest’anno declinerà il binomio imprevisto/innovazione tra arti, scienze, economia, società, tra passato e futuro, da Leonardo ad Adriano Olivetti, attraverso esperienze di formazione e di ricerca, mostre, intrattenimento, networking, start-up”, spiegano gli organizzatori. Ad accompagnare i 4 principali talk: “Arte e scienza, un Nuovo Rinascimento”, “Arte e società: inclusione, integrazione e nuove forme di convivenza”, “L’eclettismo di Leonardo da Vinci, scienziato e artista” e “Arte ed economia, l’Umanesimo industriale”, un fitto programma di appuntamenti, tra i quali le esposizioni “Artificial Integration” e “Re-Humanism”, “Datapoiesis” di Salvatore Iaconesi e Oriana Persico, in cui oggetti e mobili di design dialogano con i dati digitali, finanziata da Compagnia di San Paolo, “Evidence of the Unexpected”, mostra di videoarte proposta come esperienza di gioco attraverso “Leonardo da Vinci_L’ultimo enigma”. E ancora, l’Artathon commissionata da Regione Marche, una maratona creativa per la progettazione di un contesto espositivo che rappresenti le Marche all’Expo di Dubai 2020, lo spettacolo “Qualcosa dopo” della danzatrice Helen Cerina, la presentazione di progetti artistici di riqualificazione, rigenerazione urbana e integrazione sociale.

Milano. Lunedì 20 maggio il workshop di premiazione “Cultura + Impresa” 2018-2019 presso la Business School del Sole 24 ore.
“Comunicare con la cultura: focus sull’impresa”, questo il tema del workshop che vedrà la premiazione dei progetti vincitori della sesta edizione del “Premio Cultura + Impresa”, promosso dal Comitato non profit CULTURA + IMPRESA, The Round Table e Federculture, quest’anno con la collaborazione di Fondazione Italiana Accenture, ALES e Patrimonio Cultura. Ad essere premiati, 10 progetti totali per le tre categorie “Sponsorizzazioni e partnership”, “Produzioni d’impresa” e “Art bonus” e le menzioni speciali “Digital innovation in arts”, “Fondazioni d’impresa” e “Under 35”, selezionati da una giuria composta da 30 rappresentanti di partner istituzionali e professionali ed esperti di spicco nei settori della Cultura e della Comunicazione d’Impresa. I vincitori potranno beneficiare di premi formativi offerti da Fondazione Fitzcarraldo, UPA Utenti Pubblicità Associati, IED Milano, IULM e 24Ore Business School. La giornata del 20 maggio prevede due panel: “Comunicare con la Cultura: le Imprese in dialogo con la Cultura e le Istituzioni”, al quale parteciperanno Antonio Calabrò-Vicepresidente di Assolombarda; Andrea Cancellato-Presidente Federculture, Vittorio Meloni-Direttore Generale UPA − Utenti Pubblicità Associati, Alberto Meomartini-Presidente Museimpresa, Pierdonato Vercellone-Presidente FERPI – Federazione Italiana Relazioni Pubbliche; il secondo panel “Quale formazione per i Professionisti delle Imprese e delle Istituzioni culturali” vede un dibattito con i rappresentanti di alcune tra le principali istituzioni di formazione nel settore, ovvero IED Milano, Fondazione Fitzcarraldo, Scuola di Fundraising di Roma, IULM, Sole24Ore Business School. A seguire, la presentazione del Premio d’Artista 2018-2019 di Paola Risoli, le Conversazioni con i Premiati e i vincitori delle menzioni speciali CULTURA + IMPRESA 2018-2019 nelle tre categorie del premio, la condivisione dei risultati emersi dall’analisi dei progetti pervenuti e il “Summing up: che cosa abbiamo imparato oggi? Visioni future verso il 2020” a cura di Cesane Biasini Selvaggi, Francesco Moneta e Catterina Seia.

Roma. L’arte contemporanea nel nuovo boutique hotel Relais Vittoria Colonna.
Non solo una raffinata struttura ricettiva nata dalla riqualificazione di un palazzo dei primi del Novecento in via Vittoria Colonna, con 12 camere e due appartamenti, Relais Vittoria Colonna è anche uno spazio per esposizioni d’arte. Dal progetto dell’imprenditore e collezionista Giorgio La Cava nasce la collaborazione con l’artista Andrea Sampaolo: inaugurato a fine marzo, il roof garden di 300 m2 ospita le opere dell’artista, ovvero marmi dipinti in chiave urban. Classe 1966, Sampaolo vanta un’esperienza negli Stati Uniti nel Wynwood di Miami, nonché la collaborazione con grandi aziende italiane, tra le quali Poltrona Frau e Benetton. Si è tenuta a Roma, dal 1° al 15 marzo, la sua personale “Impossibile è possibile” presso Fondamenta Gallery.

@Riproduzione riservata

di Maria Elena Santagati


Ricerca


GDA settembre 2019

Vernissage settembre 2019

Il Giornale delle Mostre online settembre 2019

Ministero settembre 2019

Copertina RA Sponsor novembre 2011

Guida alla Biennale di Firenze settembre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere a Firenze 2019

Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012