Testata Arte e Imprese ilgiornaledellarte.comilgiornaledellarte.com


CONDIVIDI Condividi su Facebook

notizie

Flash News

Pirelli si racconta con una graphic novel. Primato della Lombardia nell’artigianato artistico. “Business for art” del Premio Arte Laguna. Confindustria Firenze e Assolombarda insieme per Leonardo da Vinci. Le figurine Lavazza in mostra a Torino. Rinnovati i vertici della Fondazione Musil a Brescia. Bando CCIAA Venezia e Rovigo per cultura e turismo. Copernico porta l’arte negli spazi di lavoro. Con “Opera tua” restaurato sarcofago egizio del Museo Winckelmann di Trieste.

Graphic novel "Pirelli un'italiana nel mondo", fonte: Pirelli

Pirelli si racconta con una graphic novel digitale. “Pirelli un’italiana nel mondo”.
147 anni di storia d’impresa raccontati attraverso una graphic novel digitale, pubblicata in italiano e in inglese, contenente materiali d’archivio della Fondazione Pirelli, immagini, illustrazione, animazioni e contenuti di approfondimento. È questo il nuovo progetto prodotto da Cast4 in collaborazione con Fondazione Pirelli, con la direzione creativa di Andrea Gnesutta, la regia di Giacomo Zito, le illustrazioni di Andrea Pucci e Lucia Resta e le musiche originali di New Horizon Project. 5 episodi, per una durata totale di 20 minuti, ripercorrono le tappe e le sfide di un’impresa italiana ormai multinazionale presente in 160 paesi, peraltro già raccolte da Carlo Bellavite Pellegrini nel volume “Pirelli. Innovazione e passione” (Mulino, 2018). Il primo episodio “Il futuro della gomma” vede protagonista Giovanni Battista Pirelli, fondatore dell’azienda, alla fine dell’Ottocento, mentre il secondo episodio, “Come nasce un brand”, ambientato negli anni Trenta, ruota attorno alla figura di Alberto Pirelli e della crescita e internalizzazione dell’azienda. Il terzo episodio “La gomma è pop” si concentra sui nuovi linguaggi comunicativi, tra cui il famoso Calendario lanciato nel 1963, e nuovi prodotti come il Cinturato, mentre in quarto, “Al cuore dell’innovazione”, coglie le sfide legato alle tecnologie e la creazione della nuova linea P zero. Infine, con “E il viaggio continua”, si ripercorre l’evoluzione dell’azienda dagli anni 2000 ai giorni nostri. Gli episodi sono disponibili online in versione integrale nella sezione dedicata del sito web.

Lombardia prima regione italiana nell’artigianato artistico: 23.750 imprese per 15,5 miliardi € di fatturato.
La Camera di commercio di Milano-Monza Brianza-Lodi ha pubblicato nei giorni scorsi un’elaborazione statistica relativa al comparto dell’artigianato artistico su dati del Registro Imprese riferiti al IV trimestre 2018 e per il fatturato all’anno 2017 su dati AIDA - Bureau van Dijk. Un quadro che vede la Lombardia spiccare con 23.750 imprese attive nei settori dell’artigianato artistico, pari al 16% del totale nazionale, e 15,5 miliardi di € di fatturato (a seguire Veneto, Toscana e Piemonte), pari al 27% del totale nazionale, con Milano prima provincia sia per numero di imprese (7.409) sia in termini di fatturato (oltre 6,3 miliardi €). Gli ambiti produttivi spaziano dalla sartoria alla ceramica, dalla pietra preziosa alla riparazione di mobili, dal design alla lavorazione del vetro. Ha dichiarato Marco Accornero, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi: “Nell’anno dedicato a Leonardo, cinquecento anni dopo abbiamo voluto ricordare l’importanza dell’abbinamento tra artigianato ed arte, riflettendo sulle imprese del settore. Ancora oggi nei nostri territori abbiamo delle eccellenze, grazie alle capacità creative abbinate a un saper fare di alta qualità. Si tratta di caratteristiche che emergono nei grandi nomi della moda e del design conosciuti nel mondo, ma che sono diffusi in un’impresa capace di creare oggetti ed emozioni sempre unici”.

Venezia. Premio Arte Laguna. La sezione speciale “Business for art”.
Il Premio Arte Laguna, giunto alla XIII edizione, è stato lanciato nel 2006 dall’associazione culturale MoCA - Modern Contemporary Art come concorso internazionale d’arte multidisciplinare (arti visive, performative, multimediali, land art e digitali) per la valorizzazione dell’arte contemporanea. Lo scorso 25 aprile si è conclusa la mostra organizzata presso l’Arsenale Nord di Venezia, con l’esposizione delle 120 opere finaliste e oltre 10.000 visitatori. Patrocinato da vari Ministeri, dalla Regione del Veneto, dal Comune di Venezia, dall’Università Ca' Foscari di Venezia e dall’Istituto Europeo di Design, il Premio ha assegnato contributi in denaro di 7.000 € per i vincitori delle 6 categorie principali: Pittura; Scultura e Installazione e Arte virtuale; Arte fotografica, Grafica Digitale; Video Arte e Cortometraggi, Performance; Arte Ambientale e Arte Urbana; Design. A queste, si sono aggiunte sezioni speciali come il Premio Sostenibilità e Arte, per questa edizione dedicato al recupero della plastica, 9 residenze d'arte in Italia e all'estero, 6 premi legati a Festival, Organizzazioni o Piattaforme volti a favorire la visibilità di artisti e progetti e la costituzione di network, e la sezione Business for Art, con l’assegnazione di 4 premi a progetti creativi realizzati in collaborazione con aziende del "Made in Italy", con l’obiettivo di connettere arte e creatività con il mondo produttivo e artigianale. Per quest’ultima sezione, la partecipazione al concorso ha previsto diverse modalità in funzione dell’azienda coinvolta: per 47 Anno Domini, opere o progetti site specific, indoor o outdoor, per la valorizzazione degli ambienti (vincitore: Chelita Riojas Zuckermann); per Fraccaro Spumadoro, opere o proposte grafiche per un prototipo di packaging con la grafica vincitrice (vincitore: Amelia Corvino); per il Maglificio Giordano, opere o progetti artistici, anche di fotografia, video arte e performance, collegati con il mondo della moda (vincitore: Oscar Agudelo); per Tessitura Bevilacqua, progetti che prevedano l’utilizzo del tessuto dell’azienda (vincitore: Elio Ticca).

“Genio e impresa”, sinergie tra Confindustria Firenze e Assolombarda in onore di Leonardo da Vinci.
Al via il prossimo 3 maggio a Palazzo Pitti le celebrazioni per il 5° centenario della morte di Leonardo da Vinci, grazie al progetto “Genio & Impresa”, nato dalla collaborazione tra Confindustria Firenze e Assolombarda e la partecipazione delle Gallerie degli Uffizi. Un evento a cui parteciperanno, oltre a Luigi Salvadori - presidente di Confindustria Firenze, Carlo Bonomi - presidente di Assolombarda, Eike Schmidt - direttore delle Gallerie degli Uffizi, anche il maestro Andrea Bocelli, l’architetto Mario Botta, lo chef Annie Féolde dell’Enoteca Pinchiorri, il critico d’arte Vittorio Sgarbi e il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, con la conduzione di Bruno Vespa. “Parlare di made in Italy, di eccellenze nel campo delle tecnologie, di moda, di contenuto estetico dei prodotti è fare riferimento a Firenze e Milano, città di radicato e diffuso know how manifatturiero d’eccellenza. Animate, quindi, da quello spirito sinergico che da sempre ha mosso le imprese toscane e lombarde e il sistema confindustriale che le rappresenta e che supera i meri confini geografici, Confindustria Firenze e Assolombarda mirano ad innescare nuove collaborazioni sui temi del saper fare e dell’innovazione manifatturiera e non solo”, sostiene Luigi Salvadori, presidente di Confindustria Firenze. Nell’ambito dello stesso progetto, nei mesi scorsi Assolombarda aveva lanciato, in collaborazione con il Politecnico di Milano, una call per individuare protagonisti di storie innovative, nell’intento di “valorizzare le eccellenze imprenditoriali del territorio della città metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Lodi. A partire dal legame tra il talento di Leonardo e l’imprenditorialità di Ludovico Maria Sforza, l’obiettivo dell’iniziativa è celebrare il modello d’interazione fra genio e impresa che è dinamica, origine e innesco di tutti i processi di innovazione”, come affermato dall’organizzazione.

Torino. Le storiche figurine Lavazza in mostra.
“L’Enciclopedia è un gioco! Le figurine Lavazza”. Questo è il titolo della mostra inaugurata da Lavazza nel mese di aprile in occasione di Archivissima, festival dedicato alla promozione e alla valorizzazione dei patrimoni archivistici, giunto alla seconda edizione e quest’anno incentrato sul tema del superamento delle barriere. Visitabile gratuitamente presso l’Atrio di Nuvola Lavazza fino al 3 giugno, la mostra espone il patrimonio di dipinti e tavole originali relative alle figurine introdotte da Giuseppe Lavazza e pubblicate in 283 serie di sei ciascuna dal 1949 al 1969, commissionate al Gruppo Disegnatori del Circolo Artistico Torinese e stampate con la tecnica della cromolitografia. “Il nostro Museo è concepito per non avere barriere – fisiche, tecnologiche o di contenuto – dove l’esperienza deve essere fluida, il rapporto con le informazioni spontaneo, guidato solo dalla curiosità”, “La mostra è la naturale conseguenza di questa visione: le tavole originali delle Figurine escono dall’Archivio e si mostrano per la prima volta nell’atrio di Nuvola, nell’ottica stessa della condivisione, che è alla base della missione di Nuvola”, ha dichiarato Marco Amato, Direttore del Museo Lavazza. Progettato dallo studio americano Ralph Appelbaum Associates, il percorso espositivo parte dalla storia aziendale e propone al visitatore video-proiezioni immersive.

Brescia. Rinnovati i vertici della Fondazione MUSIL in attesa del nuovo Museo dell’industria e del lavoro.
Un progetto promosso inizialmente dalla Fondazione Luigi Micheletti negli anni Ottanta, formalizzato nel 2005 con l’Accordo di Programma per la realizzazione del Museo dell’Industria e del Lavoro “Eugenio Battisti”, che ha previsto la costituzione della Fondazione di partecipazione Musil "Museo dell'Industria e del Lavoro" quale ente gestore del Museo. Rinnovati nel mese di aprile i vertici della Fondazione: Paride Saleri, nuovo presidente per i prossimi quattro anni, Giovanni Tampalini, vicepresidente e Pier Paolo Poggio, direttore, mentre Valerio Castronovo è stato confermato presidente onorario. “L’intenzione è di contribuire a offrire alla nostra Comunità uno strumento – da molti anni progettato in seno alla Fondazione Micheletti – moderno e vivo. Rappresenterà la storia dell’industria, soprattutto bresciana, nelle sue ineludibili componenti: quella imprenditoriale e quella del lavoro. Vorrà essere uno degli strumenti per ricordare il passato e per realizzare al meglio il nostro futuro”, ha affermato il nuovo presidente. Attualmente, in attesa del completamento dei lavori per la sede centrale a Brescia, il Musil si articola in tre sedi territoriali: il Museo dell’energia idroelettrica di Cedegolo - Valle Camonica, ubicato in una ex centrale idroelettrica; il Museo del ferro, in un’antica fucina bresciana per la lavorazione del ferro; un magazzino visitabile a servizio dell’intero sistema a Rodengo Saiano, in Franciacorta.

Nuovo bando della Camera di Commercio Venezia e Rovigo per cultura e turismo.
Con uno stanziamento pari a 2 milioni di €, la CCIAA Venezia e Rovigo sostiene interventi di imprese, associazioni e stakeholder del territorio in cinque ambiti strategici: trasformazione digitale delle Pmi, alternanza scuola-lavoro, riqualificazione e rigenerazione dei distretti urbani del territorio, internazionalizzazione delle imprese manifatturiere, turismo e cultura. Scade il 24 maggio prossimo il nuovo bando per turismo e cultura, approvato con delibera di Giunta n. 60 del 17/4/2019: “Bando per la selezione di soggetti e proposte per la realizzazione di interventi nel settore turismo e cultura da realizzarsi nei territori della Città Metropolitana di Venezia e della provincia di Rovigo in convenzione con l’ente camerale – anno 2019”. Un contributo totale di 200.000€ ripartito in contributi per singole attività, da realizzarsi entro il 15 novembre 2019, dell’importo massimo € 39.900,00. I requisiti delle attività ammissibili sono i seguenti: essere progettate e pianificate in coerenza con le strategie definite delle OGD e dei Convention Bureau, favorire collaborazioni tra imprese e i principali enti di produzione culturale della Città metropolitana e della provincia di Rovigo, intervenire in aree in cui le presenze turistiche sono inferiori al milione (inclusa l’area di Mestre), integrare il protocollo E015 nella costruzione di “ecosistemi” turistico culturali, favorire lo sviluppo di una cultura dell'informazione e di un’accoglienza turistica diffusa sul territorio.

Milano. “Artjourney”, il nuovo progetto di Copernico per connettere arte, business e lavoro.
Al via il nuovo progetto promosso da Copernico, la rete di luoghi di lavoro e servizi dedicati allo smart working, che attraverso mostre e iniziative culturali intende portare l’arte e gli artisti all’interno degli spazi di lavoro. Si parte il 6 maggio presso Clubhouse Brera con il Talk con l’artista Alfredo Rapetti Mogol intervistato da Chiara Ferrero, fondatrice della Galleria Ferrero Arte Contemporanea di Ivrea. Dal 16 maggio al 4 ottobre sarà la volta di due mostre: l’Esposizione Internazionale collettiva di Mobile Art “The Beauty Myth” presso Copernico centrale, in mostra i 30 artisti vincitori del relativo contest internazionale, e la personale di Eldi Veizaj “Come il fluido che scorre, gardenia” presso Copernico Torino Garibaldi. Dal 5 giugno al 13 settembre in programma presso Copernico Milano Centrale la mostra personale di Pietro Lucerni “Naked Moon”, che vede protagonista Virna Toppi, prima ballerina del corpo di ballo della Scala. Nella stessa sede, dal 19 settembre al 19 novembre la mostra incentrata sul temo del viaggio “IN ITINERE” degli artisti Alfredo Rapetti Mogol, Riccardo Gusmaroli e Barbara Nejrotti. “Art Journey consolida un percorso di esplorazione delle interconnessioni tra l’arte e il mondo del lavoro che con Copernico abbiamo iniziato nel 2016. In soli 3 anni abbiamo prodotto venti mostre ed eventi culturali all’interno degli spazi di Copernico, raggiungendo un pubblico di migliaia di persone. Con Art Journey Copernico apre la porta ad una nuova forma di sinergia arte-business. Non solo arte per l’impresa ma impresa che si offre all’arte, in una forma di apertura straordinaria senza fini di lucro, dove il fine rientra in una logica di un vivere migliore all’interno del luogo di lavoro” afferma Giorgia Sarti, curatrice del progetto.

Trieste. Grazie a “Opera tua” di Coop Alleanza 3.0 restaurato sarcofago egizio del Museo di antichità Winckelmann.
Terminato l’undicesimo restauro finanziato da Coop Alleanza 3.0 nell’ambito del programma “Opera tua”, realizzato in collaborazione con Fondaco Italia. Ad essere recuperato, questa volta, il Sarcofago del sacerdote del dio Khonsu di nome Pa-Di-Amon, inseribile nella produzione tebana della XXI dinastia (1070-945 a.C.), conservato nella grande sala egizia del Civico Museo d’Antichità “J.J. Winckelmann” di Trieste. L’opera era stata selezionata nel mese di agosto 2018 ottenendo il 55% dei voti dei 1.073 soci della Cooperativa. Frutto della collaborazione tra la direzione del Museo, il Comune di Trieste e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del Friuli-Venezia Giulia, i lavori hanno riguardato interventi conservativi, di pulitura e di presentazione estetica, consentendo il recupero cromatico e la leggibilità delle decorazioni originali, alterate a seguito di interventi eseguiti nel corso dell’Ottocento. Il programma “Opera tua” prosegue anche nei prossimi mesi, con il lancio della nuova edizione 2019 (la votazione delle nuove opere oggetto di recupero partirà il 2 maggio), e l’inaugurazione delle altre opere selezionate nell’edizione 2018: a metà giugno, il monumento a Raffaello Sanzio a Urbino; a fine giugno, la statua di Santa Lucia presso la chiesa rupestre di Santa Lucia alle Malve a Matera; a fine settembre, la pala di “S. Sebastiano” del Duomo di Modena; nel mese di dicembre, la statua della Pietà del Battistero della Basilica di San Marco a Venezia.

@Riproduzione riservata

di Maria Elena Santagati


Ricerca


GDA maggio 2019

Vernissage maggio 2019

Il Giornale delle Mostre online maggio 2019

Speciale AMART 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Copertina RA Sponsor novembre 2011

RA Fotografia 2019

Vedere a ...
Vedere a Venezia maggio 2019

Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012