Testata Arte e Imprese ilgiornaledellarte.comilgiornaledellarte.com


CONDIVIDI Condividi su Facebook

notizie

Flash News

Milano: Mostra “Olivetti. Una storia di innovazione”. Pordenone: il “Paff! Palazzo delle Arti e del Fumetto del Friuli”. Treviso: “Oltredesign festival”. Falerone (FM): la Street Art di Gola Hundun e il calzaturificio Fiorangelo. Biella e Trivero: “Padre e Figlio”, mostra di Fondazione Pistoletto e Casa Zegna. Firenze: al via “Primavera dell’artigianato”. Rieti e Civita di Bagnoregio: inaugurati i primi “Atelier Arte, Bellezza e Cultura”. Milano: il 2019 di Galleria Campari. Ravenna: prima edizione di I-Cult. Forlì: mostra presso la Fondazione Dino Zoli. Torino: all’Unione Industriale il Tavolo di coordinamento Imprese-Cultura. Londra: Andrea Abbatangelo alle “Propositions For Change” del Plymouth College Of Art.

"Fiorangelo City Mood", capsule collection. Fonte: http://fiorangelocitymood.it/

Milano. La Mostra “Olivetti. Una storia di innovazione” al Museo del Novecento.
Dal 13 marzo 2019 al 14 aprile 2019 il Museo del Novecento di Milano ospiterà la mostra promossa da Olivetti in collaborazione con Associazione Archivio Storico Olivetti e Fondazione Adriano Olivetti e patrocinata dall’UNESCO. L’iniziativa rientra nelle attività della Milano Digital Week, di cui Olivetti è partner. La mostra vuole essere il racconto di una storia d’impresa di oltre un secolo, attraverso manifesti, locandine pubblicitarie firmate da importanti artisti, fotografie, prodotti simbolo come macchine da scrivere e registratori di cassa. “La parola innovazione da sempre ha giocato un ruolo fondamentale nell'evoluzione dell'azienda, oggi protagonista della Digital Transformation che caratterizza il nostro tempo. La visione storica della relazione fra uomo, industria e architettura ci conduce al cuore digitale di Olivetti attraverso la scuola digitale, lo smart working, le smart city, fino all'affascinante mondo dei Big Data”, afferma Gaetano di Tondo, Direttore Comunicazione e Relazioni Esterne di Olivetti e Presidente dell'Associazione Archivio Storico Olivetti.

Pordenone. Il “Paff! Palazzo delle Arti e del Fumetto del Friuli” e la mostra “Smudja. Da Leonardo a Picasso, viaggio a fumetti nella Storia dell’Arte”.
Per volontà del fumettista pordenonese Giulio De Vita e dell’associazione Vasta Gamma, da settembre Pordenone ha un nuovo centro culturale, che vuole diventare punto di riferimento internazionale non solo per il fumetto ma per tutte le arti grafiche, proponendo mostre, eventi, workshop e attività ludico-didattiche: il PAFF! Palazzo delle Arti e del Fumetto del Friuli, situato nella Galleria comunale d’arte moderna e contemporanea “Armando Pizzinato” all’interno del parco pubblico “Galvani”. Inaugurata lo scorso 9 dicembre e prorogata fino al 5 maggio 2019, la mostra attualmente ospitata dal PAFF! propone un viaggio a fumetti nella storia dell’arte, esponendo oltre cento opere dell’artista serbo Gradimir Smudja. Tra queste, tavole tratte dai due libri “Au Fil De l’Art”, in cui una fanciulla e un gatto vanno alla scoperta dei grandi maestri dell’arte internazionale, da “Vincent et Van Gogh”, in cui il grande artista ha come maestro il suo gatto Vincent, e da “Cabaret des muses”, che propone una reinterpretazione della vita di Toulouse Lautrec.

Treviso. “Oltredesign festival”, un variegato programma di appuntamenti fino a maggio.
Co-organizzato dall’Associazione Culturale oltreSegno e da Luciano Setten, ideatore e direttore artistico, Oltredesign festival propone, da marzo a maggio 2019, convegni, esposizioni, letture e appuntamenti divulgativi. Alle tre mostre “100×100 Achille e oltre”, omaggio al maestro del design Achille Castiglioni, “oltreDesign. Oggetti scelti tra icone e nuove tendenze” e “Andrea Pinchi. Dal Design al Pincbau”, si affiancano gli incontri “oltreDesign Talks” con eccellenze del design, dell’impresa, della musica, dell’artigianato, del cinema, dell’ingegneria, della comunicazione e del sociale. “Il design e l’esistente. Progettare nei centri storici” è il tema del workshop rivolto ad architetti e designer, mentre il Treviso Design Contest 2019, volto alla promozione del decoro urbano e alla valorizzazione del patrimonio culturale cittadino, è rivolto a giovani che, oltre ad essere coinvolti in un project work durante il festival, dovranno proporre idee per la progettazione di supporti fisici digitali e/o tradizionali ed elementi dei percorsi proposti relativamente al progetto di valorizzazione “Aquae Trevigi: un progetto museale diffuso. Percorsi fisici e applicazioni digitali”.

Falerone (FM). “Fiorangelo city mood”. La Street Art di Gola Hundun incontra la produzione del calzaturificio Fiorangelo.
Una capsule collection di calzature femminili disegnate dallo street artist Nicolò Reali (Cesena, 1982), in arte Gola Hundun, è la nuova linea del calzaturificio Fiorangelo di Falerone, in provincia di Fermo. La collezione “Fiorangelo City Mood”, interamente prodotta in Italia e frutto della contaminazione tra street art e la tipica produzione calzaturiera made in Italy, vede la direzione artistica e il coordinamento dell'impresa creativa specializzata in arte urbana PopUp Studio. Il progetto è finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale delle Marche, nell’ambito del bando filiere culturali e creative. Intrecci di felci e rami, fiocchi e uno stile bohochic per un contributo creativo di “Linfa”, come affermato dall’artista stesso: “Ho cercato di iniettare un nuovo spirito in questa produzione, linfa, un irroramento di energia che passa da me alle mie creature e da queste a chi le utilizza in modo artistico, anche in oggetti come le calzature”.

Biella e Trivero. “Padre e Figlio”, mostra diffusa a cura di Fondazione Pistoletto e Casa Zegna.
Dal 17 aprile al 13 ottobre, nell’anno della propria candidatura al network Unesco delle città creative, Biella ospita la mostra curata da Alberto Fiz e sviluppata nelle tre sedi di Palazzo Gromo Losa, Cittadellarte e Casa Zegna. Oltre cento opere e tre interventi video per un dialogo tra la produzione artistica di Michelangelo Pistoletto e quella del padre Ettore Pistoletto Olivero. Nata dalla collaborazione tra Fondazione Pistoletto, Fondazione Zegna e la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, la mostra ha ricevuto il sostegno di Compagnia di San Paolo, Azimut, Biver Banca – Gruppo Cassa di Risparmio di Asti. Una collaborazione, quella tra i Pistoletto e gli Zegna, che risale agli anni ’30, quando Ermenegildo Zegna commissionò ad Ettore Pistoletto un ciclo di graffiti sull’arte della lana, e che prosegue tuttora nei progetti Visible e UNIDEE-Università delle idee di Cittadellarte.

Firenze. Al via “Primavera dell’artigianato” per la candidatura a Città Creativa UNESCO.
Un programma di iniziative incentrate sull’artigianato a supporto della candidatura di Firenze a Città Creativa UNESCO. “L’iniziativa nasce da due delle proposte emerse dai tavoli di lavoro impegnati nella definizione del dossier per la candidatura di Firenze a Città creativa Unesco dell’artigianato: da un lato, quella di arrivare a mappare i luoghi dell’artigianato a Firenze e area metropolitana, dall’altro, quella di avviare una serie di percorsi e itinerari per cittadini e turistici che includano anche questi luoghi” ha affermato l’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re in occasione della presentazione dell’iniziativa.
Il programma prende avvio il 4 aprile in occasione delle “Giornate europee dei mestieri d'arte”, organizzate contemporaneamente in diverse città d’Europa, e prosegue con la 83° edizione della “Mostra internazionale dell'artigianato” che si terrà dal 24 aprile al 1° maggio presso la Fortezza da basso. A maggio sarà la volta di “Manifatture fiorentine aperte”, che nel fine settimana dell’11-12 maggio offrirà a turisti e cittadini la possibilità di visitare luoghi di produzione dell’artigianato locale, poi dal 16 al 19 maggio si terrà l’edizione speciale per il venticinquennale della manifestazione “Artigianato e Palazzo” al Giardino Corsini, e infine “Buongiorno Ceramica” che avrà luogo dal 17 al 19 maggio nei comuni di Impruneta, Borgo San Lorenzo, Montelupo e Sesto fiorentino.

Rieti e Civita di Bagnoregio. Inaugurati i primi “Atelier Arte, Bellezza e Cultura” promossi dalla Regione Lazio.
Attraverso un co-finanziamento con fondi europei Por FESR- FSE e fondi regionali, la Regione Lazio ha avviato, nel 2016, un’azione di supporto alle imprese culturali e alla formazione professionale con i Comuni di Roma, Civita di Bagnoregio, Cassino, Rieti e Formia. Uno stanziamento di 6 milioni di euro di fondi Por FESR per 25 progetti imprenditoriali di valorizzazione culturale del territorio e uno stanziamento di circa 1 milione 650 mila euro di fondi FSE per corsi di formazione dedicati a 180 giovani relativamente alle nuove professioni legate alla valorizzazione del patrimonio culturale. Il progetto prevede anche la costituzione di 5 atelier che fungono da spazi per eventi, presentazioni e attività di networking. Il primo atelier “Racconti Contemporanei” è stato inaugurato a Rieti, presso il Museo Civico, lo scorso 12 marzo, mentre lo scorso 16 marzo è stato inaugurato a Civita di Bagnoregio, presso il rinascimentale Palazzo Alemanni, l’Atelier “Segni Creativi”.

Milano. Galleria Campari. Un 2019 ricco di appuntamenti.
Nata nel 2010 in occasione dei 150 anni di vita dell'azienda, Galleria Campari propone un fitto programma di appuntamenti per i prossimi mesi. Prorogata fino a sabato 13 luglio la mostra “Storie di Moda. Campari e lo Stile”, curata da Renata Molho, a cui si aggiungeranno iniziative collaterali di approfondimento del tema della moda attraverso proiezioni di film, realizzate con il MIC – Museo Interattivo del Cinema, e conversazioni con esponenti del settore, in collaborazione con Fondazione Corriere della Sera. Prosegue il progetto “Art&Mixology” che prevede l’apertura serale della Galleria un martedì al mese, per eventi accompagnati da uno storico dell’arte e da un bartender di Campari Academy. La Galleria sarà eccezionalmente aperta al pubblico anche sabato 18 maggio dalle 19 a mezzanotte, in occasione della Notte europea dei musei, e sabato 25 e domenica 26 maggio, nell’ambito della seconda edizione milanese di “Open House”, evento internazionale di architettura. Dal 10 ottobre 2019 al 14 febbraio 2020, inoltre, sarà la volta della mostra personale di Rodrigo Hérnandez, vincitore della seconda edizione del Campari Art Prize, realizzato grazie alla collaborazione triennale con Artissima.

Ravenna. Prima edizione di I-Cult: studenti di Beni culturali a scuola di cultura d’impresa.
Al via la prima edizione di I-CULT (Impresa, Cultura, Università, Lavoro, Territorio), percorso di formazione semestrale che intende promuovere la cultura d’impresa nel settore del patrimonio culturale. Il progetto è promosso da: Centro per l'Innovazione di Fondazione Flaminia (CIFLA), Dipartimento Beni Culturali del dell’Università di Bologna-Campus di Ravenna e Cna Ravenna. Al corso parteciperanno cinque gruppi di studenti universitari dei corsi di laurea in Archeologia, Beni culturali, Storia e Conservazione delle opere d’arte e Cooperazione internazionale. Obiettivo primario è l’acquisizione di competenze imprenditoriali che porteranno allo sviluppo di un business plan per una propria idea di impresa culturale e creativa, anche grazie al supporto di un docente del Dipartimento, a momenti di formazione tenuti da Aster Area S3 del Tecnopolo di Ravenna e dalla Fondazione Eni Enrico Mattei e a incontri con imprenditori del sistema CNA. Al termine del percorso, i progetti saranno sottoposti alla valutazione di una giuria.

Forlì. Al via “È QUI. Un percorso fra luoghi, persone e arte” promosso da Fondazione Dino Zoli.
Allestita dal 30 marzo al 9 giugno 2019 presso la Fondazione Zoli, la mostra proporrà un percorso tra arte e design che ha visto come protagonisti gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna e i ragazzi delle cooperative sociali “La Fraternità” (all’interno del Progetto Recooper) e “Arca di Noè” di Bologna. Promosso da Dino Zoli Textile di Forlì, Fondazione Dino Zoli e Accademia di Belle Arti di Bologna, con la collaborazione dell’Istituzione Bologna Musei / Musei Civici d’Arte Antica, il progetto ha portato alla creazione di 29 sedute originali a partire dai tessuti della Dino Zoli Textile. “Il percorso si suddividerà in due sezioni: una prima parte dedicata ai “Luoghi”, in cui 90 elementi distribuiti nello spazio restituiranno l’intera palette cromatica delle 29 sedute con un tappeto sonoro costituito dalle registrazioni fatte nei luoghi di lavoro dei ragazzi delle cooperative sociali; una seconda parte dedicata alle “Persone”, attraverso tre ambienti in cui ognuno potrà abitare le proprie intimità, anche quelle scomode, ripercorrendo lo spazio della memoria”, affermano le curatrici Nadia Stefanel e Vanna Romualdi.

Torino. All’Unione Industriale prima riunione del Tavolo di coordinamento Imprese-Cultura per la valorizzazione del patrimonio culturale torinese.
Si è tenuto lo scorso 18 marzo, presso l’Unione Industriale Torino, il primo incontro del Tavolo promosso dal Gruppo Se.T.I. (Servizi e Terziario Innovativo) d’intesa con le istituzioni culturali della città di Torino. L’obiettivo è quello di favorire una fattiva collaborazione tra operatori culturali ed economici per una maggiore valorizzazione del patrimonio torinese, che sarà supportata anche dall’attivazione di focus tematici su obiettivi specifici successivamente identificati. Dario Gallina, presidente dell’Unione industriale, ha affermato: “Avvicinando il mondo delle imprese alla cultura si può contribuire alla crescita del territorio con ricadute e sinergie utili anche per le aziende. Responsabilità Sociale di Impresa significa anche questo, e questi valori debbono crescere nella consapevolezza delle aziende e degli imprenditori”, e Giovanni Fracasso, Presidente del Gruppo Se.T.I.: “Promuoveremo l’utilizzo di una piattaforma di coordinamento, attraverso la quale tutte le istituzioni culturali potranno interagire e pianificare un calendario, segnalando le proprie iniziative a fronte della vasta offerta culturale del nostro territorio. Particolare attenzione, poi, sarà dedicata a una specifica rete di musei aziendali (…). Bisogna modificare il paradigma con cui le aziende si rapportano al mondo culturale: promuoviamo l’idea che investire in cultura faccia bene al territorio, alla società, ma anche all’impresa stessa. Si deve andare sempre più verso nuovi modelli di business basati, ad esempio, sul revenue sharing, di cui esistono esempi in altri territori”. Patrizia Re Rebaudengo, Presidente della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e componente del Consiglio Direttivo del Se.T.I. sostiene: “Sono convinta della necessità che le istituzioni culturali e le imprese approfondiscano il loro dialogo, lavorando verso forme di collaborazione che superino l’idea tradizionale di sponsorizzazione. L’obiettivo dovrebbe piuttosto essere la realizzazione di partnership su progetti condivisi, a beneficio di entrambe le parti (…)”.

Londra. L’artista Andrea Abbatangelo partecipa alle “Propositions For Change” del Plymouth College Of Art.
Andrea Abbatangelo, giovane e poliedrico artista ternano residente a Londra, ha partecipato lo scorso 15 marzo al secondo simposio biennale di Making Learning del Plymouth College of Art, incentrato sui temi dell'istruzione creativa e della giustizia sociale, tenutosi presso la Tate Modern di Londra. Artista che spazia dall’installazione alla performance, dalla land art alla fotografia, Abbatangelo ha partecipato al “Dialogo sull’Istruzione Creativa e la Giustizia Sociale” con il progetto sperimentale “RadioLondon”, che prevede la realizzazione di “una serie di sculture sonore e installazioni site specific che formeranno una galleria di ritratti biografici di artisti che si sono spostati dal sud e dall'est al nord Europa. Mi propongo di produrre una serie di ritratti biografici di persone ed altri artisti che vivono l'esperienza della migrazione come un'opportunità personale, sociale e politica sia per loro che per le società in cui migrano”. La giornata promossa dal Plymout College of Art, istituzione indipendente fondata nel 1856 specializzata nell’istruzione superiore e gestita da artisti per artisti, ha visto la partecipazione di accademici, artisti, politici, educatori, change-makers ed attivisti in lightning talk, pitch e dibattiti relativi a proposte sui temi dell'educazione creativa e della giustizia sociale.

@Riproduzione riservata

di Maria Elena Santagati


Ricerca


GDA maggio 2019

Vernissage maggio 2019

Il Giornale delle Mostre online maggio 2019

Speciale AMART 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Copertina RA Sponsor novembre 2011

RA Fotografia 2019

Vedere a ...
Vedere a Venezia maggio 2019

Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012