Testata Arte e Imprese ilgiornaledellarte.comilgiornaledellarte.com


CONDIVIDI Condividi su Facebook

NOTIZIE

Il caso dei Living Labs. Processi di creatività e innovazione sociale che coinvolgono imprese e cittadini

Dal 2 al 5 settembre si svolge ad Amsterdam OpenLivingLab Days, incontro internazionale della comunità dei Living Lab che rappresentano un esempio virtuoso di processi artistici e creativi in cui l’innovazione si pone al servizio della collettività

Amsterdam. In questi giorni si sta svolgendo l'evento OpenLivingLab Days, il summit annuale dedicato alla community dei Living Labs promosso dallo European Network of Living Labs – EnoLL.
Con la consapevolezza che l'innovazione sia sempre più legata a processi aperti e collaborativi, un Living Lab – LL - si configura come un’infrastruttura per la sperimentazione di innovazioni in condizioni reali, in un contesto geografico circoscritto e in un arco di tempo limitato, con l’obiettivo di testarne la realizzabilità ed il grado di utilità per gli utenti finali (cittadini, imprese, beneficiari, etc). Ad oggi non è ancora stata condivisa una definizione univoca e strutturata di LL: si può configurare come una metodologia, un'organizzazione, un sistema, un ambiente e / o un approccio sistemico sviluppato grazie a processi innovativi. I LL Questi, infatti, sono sempre più spesso legati e collegati alla comunità di fruitori e non solamente ai confini fisici delle imprese. L’innovazione, nei LL, diviene così strumento essenziale per superare il gap esistente tra il prodotto e le aspettative dei beneficiari.
In questo processo una parte importante è occupata dalla tecnologia che però è solo uno degli aspetti determinanti. Innovazione in questo caso significa infatti prima di tutto creare qualcosa di nuovo e diverso con creatività (Ståhlbröst et al., 2012). Un LL infatti fa proprio lo sforzo di sostenere lo sviluppo di innovazione per i soggetti coinvolti e gli stakeholders, dai produttori agli utenti finali, con particolare attenzione alle PMI e ai relativi e potenziali utilizzatori nel contesto reale.
Anche per quanto riguarda i luoghi e i contenuti legati al paradigma LL, non esiste una descrizione specifica, ma, a seconda dei contesti, questi si sviluppano in relazione a tematiche differenti con la comune caratteristica di produrre innovazione.
Lo stesso ENoLL, infatti, raggruppa in tutto il mondo circa 320 LL che affrontano, ciascuno con la propria specificità, temi legati all’arte, alla tecnologia, all’inclusione sociale, al design e a servizi ICT sviluppando l’imprescindibile legame creatività / impresa / utilizzatore finale.
Per coerenza con il binomio Arte/Imprese qui rappresentato in questa sede analizziamo alcune buone pratiche che riguardano in special modo le diverse accezioni di «arte».
A Saint-Étienne in Francia, per esempio, ha trovato un florido terreno il Design Creative Living Lab incentrato sui servizi e sulle applicazioni per lo Human Adapted Design. Questo LL promuove infatti una forma di design che «inventa e sviluppa nuovi modi di vivere, attraverso oggetti, immagini e servizi» (ENoLL; 2014) considerando l’individuo e le sue attività il tema centrale. Il LL è coordinato dalla Cité du Design(Saint-Etienne, Francia) in un network formato da partner regionali e nazionali, autorità pubbliche, rappresentanti del mondo accademico e dei settori industriali, affermandosi come nucleo per le attività di innovazione e come deposito di conoscenze e competenze in materia.
Anche InnovaLab in Spagna è un luogo strategico di confronto e condivisione tra imprese e soggetti che si occupano di innovazione. Questo LL è un laboratorio di creatività applicata per la ricerca e lo sviluppo di nuovi progetti per l'innovazione aziendale e sociale. Lavorando con le PMI, le organizzazioni sociali e le istituzioni pubbliche a livello locale, regionale e mondiale, Innovalab è un ente no-profit che ha l’obiettivo di promuovere la cultura dell'innovazione.
In Italia il Living Labs Innovation in progress di Bari coinvolge 8 campi di applicazione, dalla salute al turismo. Nello specifico, la sezione relativa ai beni culturali e ambientali propone alcune iniziative di associazioni locali che spaziano dallo sviluppo di una rete di strutture ricettive alla fruizione consapevole delle aree protette. I soggetti coinvolti sono laboratori di ricerca, associazioni territoriali e aziende ICT in un processo in cui la Regione Puglia ha messo a disposizione delle piccole e medie aziende pugliesi del settore, alcuni strumenti finanziari previsti dal Programma Operativo FESR 2007-2013.
Sempre in Italia il SAMPL Lab dal 2010 lavora congiuntamente Conservatorio di Padova, dedicandosi alle diverse attività nel campo delle ICT che legano la produzione musicale alla creatività, il patrimonio culturale e l’arte e ai media. L’economia creativa è infatti uno dei temi chiave di questo LL che considera la collaborazione, la condivisione e la conoscenza uno dei punti fondamentali per lo sviluppo delle imprese. Non solo ricerca, ma anche formazione per SAMPL che si è così sviluppato come laboratorio integrato per il Sound and Music Computing divenendo luogo d'incontro della didattica riguardante le nuove tecnologie per la musica e per il suono, dei risultati di ricerca teorica ed applicata in questo campo, e dell'elaborazione e della produzione artistica contemporanea.
L’industria dell’audiovisivo è invece al centro dell’Audiovisual Living Lab Terrassa in Spagna che ha come obiettivo quello di mettere in collegamento questo settore con i cittadini con l’intenzione di trasformare la creatività in soluzioni che utilizzano gli strumenti audiovisivi. Finanziato dal Ministero della Scienza e dell’Innovazione e sostenuto dal Parc Audiovisual de Catalunya, questo LL ha come obiettivo ultimo non tanto quello di creare prodotti e servizi, ma di incentivare la formazione di una rete di soggetti che si occupano di questo tema verso nuove progettualità condivise.
Grazie ad una visione generale di tutte le realtà esistenti, lo European Network of Living Lab affianca questi ed altri LL nelle diverse progettualità proponendo ai LL stessi tre diverse forme associative che prevedono differenti costi e servizi. All’interno del sito ENoLL sono visibili tutti i LL attraverso un motore di ricerca ed una mappa interattiva che permette di selezionarli in base ad una parola chiave o allo Stato di appartenenza.
Come emerge dagli esempi citati, i LL affrontano tematiche diverse che trovano quasi sempre però la loro realizzazione nel legame esistente tra creatività / innovazione / impresa / fruitore finale. Il processo innovativo diventa fattore comune supportato dalla creatività degli sviluppatori e da un florido terreno locale in cui il LL prende vita. Le nuove tecnologie si configurano come strumento di possibile utilizzo. Inoltre ad oggi queste realtà sono poco conosciute dai non "addetti ai lavori" e scarsamente strutturate secondo elementi o strategie comuni. Di notevole interesse sarebbe sviluppare percorsi di conoscenza e di censimento a partire proprio dal territorio italiano, affinchè i LL non vengano considerati singole e sporadiche eccellenze di innovazione, ma contribuiscano ad innescare processi locali virtuosi di creatività.



Bibliografia essenziale
Alcotra Innovazione (2013), La creazione di Living Lab Transfrontalieri.
Regione Piemonte, Idee per la progettazione dei Living Lab sul territorio della regione Piemonte.
A. Ståhlbröst, M. Holst (2012), The Living Lab Methodology Handbook, Centre for Distance-spanning Technology, Sweden

Sitografia essenziale
Audiovisual Living Lab Terrassa [Spagna]: www.alivinglab.com/alten
Design Creative Living Lab [Francia]: www.citedudesign.com/fr/home/
European Network of Living Labs: www.openlivinglabs.eu/
InnovaLab [Spagna]: blog.innovalab.org/
LivingLabs Apulia Innovation in Progress [Italia]: livinglabs.regione.puglia.it/web/guest/beni-culturali
SaMPL Cultural and Creative Living Lab [Italia]: www.sampl-lab.org/index.php/Pagina_principale

© Riproduzione riservata

di Emanuela Gasca


Ricerca


GDA maggio 2019

Vernissage maggio 2019

Il Giornale delle Mostre online maggio 2019

Speciale AMART 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Copertina RA Sponsor novembre 2011

RA Fotografia 2019

Vedere a ...
Vedere a Venezia maggio 2019

Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012