Testata Arte e Imprese ilgiornaledellarte.comilgiornaledellarte.com


CONDIVIDI Condividi su Facebook

WAITING FOR EXPO

Intesa San Paolo per Expo

«La partnership con Expo Milano 2015 rappresenta un’occasione unica per rafforzare il nostro impegno verso il Paese, valorizzare 
le eccellenze imprenditoriali italiane, la vitalità della nostra economia e il primato del patrimonio artistico e culturale di cui è ricca l’Italia». Così Carlo Messina, Consigliere Delegato e Ceo di Intesa Sanpaolo, Official Global Partner di Expo Milano 2015, ha presentato l’articolato progetto del gruppo bancario

L’investimento è ingente: 30 milioni di euro di liquidità e 10 milioni di euro in servizi, la partecipazione con un padiglione la cui costruzione costerà 2 milioni di euro ma soprattutto l’impegno a mettere a disposizione 15 miliardi di euro per le imprese italiane che vogliano investire nel made in Italy e un portale (Created in Italia) per facilitare l’accesso delle PMI ai nuovi mercati digitali.
La campagna di comunicazione avrà come testimonial Claudio Bisio e come immagine guida l’«Officine a Porta Romana» di Umberto Boccioni, opera esposta nelle Gallerie d’Italia di Milano.
Numerosi i progetti nel settore culturale nel sito e in città.
Intesa sta costruendo un proprio Padiglione, uno spazio espositivo multifunzionale di quasi 1.000 mq che si affaccia sul decumano in posizione centrale. La cui conclusione dei lavori è prevista per fine febbraio. Progettato dell’architetto Michele De Lucchi, è una costruzione di grande impatto visivo ed emozionale che ricorda tre sassi levigati con quattro cascate d’acqua che scorrono tra le connessioni. Al piano terra, oltre a una filiale innovativa, ci saranno installazioni artistiche interattive (un’installazione artistica multimediale di Studio Azzurro che rappresenta l’impegno della banca in ambito culturale e sociale) e importanti opere d’arte di proprietà della Banca sui temi conduttori di Expo, a partire dall’«Officine a Porta Romana» di Umberto Boccioni. L’allestimento valorizzerà l’opera e il percorso artistico, creando un evento visivo di forte impatto grazie a un sistema interattivo di proiezioni in grado di celebrare il dipinto. Una serie di riprese aeree di Milano, realizzate con telecamere trasportate da droni, mostreranno come si è trasformata la città, a partire da via Adige 23, dove Boccioni abitò e dove realizzò il quadro.
Per tutta la durata dell’Esposizione universale verrà inoltre proposto un ricco calendario di eventi dedicati all’innovazione (un ciclo di TED conference) e proposte per le famiglie con attività didattiche per ragazzi (pillole di educazione finanziaria e scienza in rete), animazioni per bambini, spettacoli e laboratori, ma anche una serie di incontri dedicati al sociale (Save the children, Banco Alimentare), all’arte e alla cultura (Gallerie d’Italia, Fai-I luoghi del cuore, i Mestieri dell’Arte, Curator for a day), oltre a numerose performance artistiche realizzate con i partner della Banca (Teatro alla Scala, Teatro Regio, Piccolo Teatro, MiTo). Non mancheranno eventi business con incontri tematici (Agribusiness, e-commerce, food tech, imprenditorialità femminile), d’intrattenimento, con serate dedicate e degustazioni.
Dal 1 aprile al 23 agosto 2015 le Gallerie d’Italia di Piazza Scala ospiteranno una mostra dedicata alla «Grande Guerra» (a cura di Fernando Mazzocca, Anna Villari e Francesco Leone con il coordinamento generale di Gianfranco Brunelli) nella ricorrenza del centenario della Prima Guerra Mondiale. Si tratta di un interessante evento “di sistema” del circuito museale della Banca poichè si articolerà sulle tre Gallerie d’Italia a Milano, Napoli e Vicenza. Alle Gallerie di Piazza Scala a Milano, l’esposizione prenderà avvio con la Belle Époque per focalizzarsi sugli artisti che parteciparono in prima persona al conflitto e che, con l’affermarsi delle nuove avanguardie come il Futurismo, rappresentarono un decisivo punto di svolta rispetto alla civiltà ottocentesca.
Conclude l’offerta di proposte culturali un articolato sistema di offerte e vantaggi esclusivi per i titolari della carta Intesa Sanpaolo Flash Expo per i quali saranno disponibili accessi scontati o privilegiati a spettacoli, mostre e musei a Milano e nelle principali città italiane.


© Riproduzione riservata

Articoli correlati:
Milano tra fuori Expo e dopo Expo
Expo2015: anche la cultura nutre il pianeta?
L'Expo 2015 dovrebbe guardare di più al Mediterraneo
Expo Gate: le performance di Piero Manzoni riproposte dagli artisti del 2014
Urbanistica futurista milanese: il disordine del discorso e altre catastrofi Torino scommette sull’Expo
L’Expo: un «Vivaio» di opportunità, parte II
L’Expo: un «Vivaio» di opportunità
Ombre sui cantieri di Expo 2015. Otto arresti nell'ambito dell'inchiesta su Infrastrutture Lombarde
Milano fa i conti con il proprio patrimonio monumentale in vista dell'Expo
Fondazione Giangiacomo Feltrinelli: la discesa in campo del privato per un modello culturale innovativo

di Francesca Panzarin


Ricerca


GDA ottobre 2019

Vernissage ottobre 2019

Il Giornale delle Mostre online ottobre 2019

Copertina RA Sponsor novembre 2011

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2019

Vedere in Emilia Romagna 2019

Vedere a Firenze 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012