Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

La spada nel castello

A Palazzo Venezia e a Castel Sant'Angelo a Roma il mondo delle armi in età rinascimentale

Rotella con mascherone» attribuita a Filippo Negroli, XVI secolo

Roma. Il Museo Nazionale di Palazzo Venezia possiede una delle più notevoli armerie al mondo, la collezione Odescalchi, nata dalla passione del principe Ladislao (1846-1922), con manufatti che dall’età antica spaziano al Seicento. 

Nel 1959 dei circa duemila pezzi (armature intere, armi da difesa, da offesa e da fuoco) 1.200 furono acquistati dallo Stato italiano, esposti poi dal 1969 al 1981 nei saloni monumentali di Palazzo Venezia, quindi praticamente scomparsi fino al 2003 quando è stata allestita un’unica sala del museo (nella foto, «Rotella con mascherone» attribuita a Filippo Negroli, XVI secolo).

Dal 26 luglio all’11 novembre «Armi e potere nell’Europa del Rinascimento», curata dallo specialista Mario Scalini, oggi direttore del Polo Museale dell’Emilia-Romagna, riunisce molti di questi preziosi oggetti esponendoli a Palazzo Venezia e nel Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo.

Dieci le sezioni per circa 200 opere, in buona parte armi e armature, un mondo poco studiato sia nel loro uso concreto, sia negli aspetti iconografici e simbolici della società rinascimentale. Ai pezzi di Palazzo Venezia si affiancano vari prestiti da altre città, tra tele, marmi, legni, manoscritti e costumi.

Federico Castelli Gattinara, da Il Giornale dell'Arte numero 388, luglio 2018


Ricerca


GDA luglio/agosto 2018

Vernissage luglio/agosto 2018

Vedere a ...
Vedere in Puglia 2018

Vedere in Sicilia 2018

Vedere in Trentino 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012