Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

Tutto il XX e il XXI secolo in 26 giorni

Il tour de force del mese dei collezionisti di arte moderna e contemporanea parte il 6 novembre e termina il primo dicembre

Le «Bagnanti» di Fausto Pirandello in vendita da Bertolami Fine Arts

Il giro delle vendite italiane di arte moderna e contemporanea in Italia parte il 6 novembre da Torino (subito dopo la chiusura di Artissima e Flashback), con l’asta Bolaffi di «Arti del Novecento»: un catalogo abbastanza eterogeneo (con manifesti, fotografia, design e arte moderna e contemporanea). Tra i 170 lotti di moderno e contemporaneo, per esempio, Fillia (Luigi Colombo) ha un olio su tela del 1931, «Nascita del paesaggio aereo», di 100,2x75 cm, valutato da 10mila euro, mentre parte da 10-15mila un décollage del 1987 di Mimmo Rotella.

Il 9 e 10 novembre la palla passa alla milanese Mediartrade. Per ciò che riguarda l’arte moderna, Giacomo Balla ha un olio su tavola del 1918, «Sbandieramento», 26x36 cm, che ha una valutazione di 130-140mila euro, mentre sono comprese tra 90 e 120mila le stime per «Donna con le carte (su sfondo di campi)», olio su tela del 1954 di 90x55 cm di Felice Casorati. Tra le opere del dopoguerra, Piero Dorazio ha un olio su tela del 1973, «Profili III», 90x130 cm, lotto che viene valutato tra 85 e 95mila euro; e Mimmo Paladino è autore di «Hortus», del 1994, un olio su tela di grande formato (200x150 cm), quotato 100-120mila euro.

Minerva Auctions (gruppo Finarte) tiene a Roma un’asta di moderno e contemporaneo il 13 novembre, con diversi lotti di interesse, tra cui il ricamo di Alighiero Boetti «100 parole al vento», del 1989, stimato 50-70mila euro, o «Personaggio su fondo tela», del 1953, di Osvaldo Licini, valutato 40-60mila. In asta andranno anche alcuni paesaggi romani datati dagli anni Venti agli anni Quaranta di artisti come Riccardo Francalancia, Francesco Trombadori e Toti Scialoja.

Il 22 novembre è la volta di Wannenes, che organizza la sua vendita di arte moderna e contemporanea negli spazi di Open Care Frigoriferi Milanesi nel capoluogo lombardo. Tra le opere proposte, un «Paesaggio» di Carlo Carrà del 1951, 40x50 cm, parte da 20-30mila euro di stima, mentre una lapide di Salvo («Tricolore», 1971, 30x40 cm) è quotata 18-22mila.

Il giorno successivo (il 23) tocca alla romana Bertolami, con un catalogo suddiviso tra arti decorative del Novecento (ceramiche, vetri, design) e arte moderna e contemporanea. L’opera più importante del catalogo è un dipinto della prima metà degli anni Trenta di Fausto Pirandello, «Le bagnanti», che fu anche esposta alla Quadriennale di Roma del 1935. Le stime del lotto sono comprese tra 90 e 120mila euro. In catalogo anche una «Natura morta con strumenti musicali e fiori» di Antonio Donghi (40-60mila euro) e un monocromo giallo del 1962 di Mario Schifano a 20-25mila.

La torinese Santagostino per la sua 148ma vendita propone una due giorni fissata al 26-27 novembre: un catalogo eterogeneo con dipinti e sculture del XIX e XX secolo, orologi e gioielli. Nella sezione dedicata all’arte del XX secolo vi è per esempio un dipinto di Massimo Campigli del 1949, «Concertiste», base d’asta 50mila euro. Tra le opere di arte contemporanea, un legno e ferro del 1957 di Giuseppe Uncini, pubblicato nel catalogo generale dell’artista, è valutato 35-50mila euro; un olio e tempera su cartone di Carol Rama del 1951 parte da 25mila euro, mentre un grande formato (97x195 cm) di Georges Mathieu del 1967 ha stime comprese tra 100 e 150mila euro.

Porro a Milano tiene il 27 del mese una vendita di arte moderna e contemporanea, gioielli d’artista, design, vetri e arti decorative del Novecento. Menzioniamo, tra le opere proposte, un olio su tela del 1985 di Piero Dorazio («Shatten Azur», 162x131 cm), valutato 40-60mila euro, un altro olio su tela, «Barche sul lago», del 1943 di Carlo Carrà (28-32mila euro) e un rame di Fausto Melotti realizzato intorno al 1976, consegnato per la vendita da una collezione privata e qui presentato con stima a richiesta.

Il catalogo preparato da Sotheby’s per la sua Evening Sale milanese (fissata per il 28 e 29 novembre a Palazzo Serbelloni) prevede una quarantina di lotti. Tra i pezzi più importanti, si notano due nature morte di Giorgio Morandi, entrambe provenienti da collezioni private, una del 1923, l’altra del 1959: le stime, rispettivamente, sono comprese tra 800mila e 1,2 milioni di euro e tra 600mila e 800mila euro. Mai passato sul mercato (fu acquistato dalla famiglia dell’attuale proprietario direttamente dall’artista) è un «Concetto spaziale. Attese», un taglio verde di Lucio Fontana, del 1963-64, valutato 400-600mila euro. Stesse stime per la «Grande mutazione», scultura di grandi dimensioni (h 130 cm) di Leoncillo, un artista che sta conoscendo un momento di notevole popolarità sul mercato. Il lotto ha un nutrito curriculum espositivo, con la partecipazione anche a due Biennali di Venezia. «Bianco plastica», di Alberto Burri, del 1968, è valutato tra 500 e 700mila euro, mentre una superficie specchiante di Michelangelo Pistoletto del 1989 («Pittrice rossa con pantaloni scuri») ritrae di spalle la figlia dell’artista, Armona Pistoletto, e ha una stima di 250-350mila euro. Tra i nomi internazionali in catalogo figurano Cy Twombly (una sua piccola carta del 1961 è quotata 200-300mila euro), Georges Mathieu, Alex Katz (che ha una grande tela del 1999, 200-300mila euro), Peter Halley e Julian Opie.

Chiude il mese la vendita di arte moderna e contemporanea di Farsettiarte di Prato, fissata per il 30 novembre e il primo dicembre, con ad esempio una tela di Giorgio de Chirico con «Oreste e Pilade» della seconda metà degli anni Cinquanta (60,2x49,7 cm, 300-350mila euro), o un «Concetto spaziale» di Fontana del 1954 realizzato a olio con vetrini (50x40 cm, 400-500mila euro). Di Enrico Castellani il catalogo ha una «Superficie» del 1973 di 80x120 cm, a 250-350mila euro, mentre un’opera senza titolo della metà degli anni Novanta di Gino de Dominicis (olio su tavola di 69x130 cm) reca stime comprese tra 130 e 200mila euro.

Vittorio Bertello, da Il Giornale dell'Arte numero 391, novembre 2018


  • «Concertiste», di Massimo Campigli, in asta da Sant'Agostino
  • L'opera in rame di Fausto Melotti proposta da Porro & C

Ricerca


GDA novembre 2018

Vernissage novembre 2018

Focus on De Chirico 2018

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012