Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Portoghesi spinge il gioioso Borromini

Le iniziative in programma per ricordare i 350 anni della scomparsa

La chiesa di Sant'Ivo alla Sapienza a Roma, opera di Francesco Borromini

Roma. Francesco Borromini, l’architetto che attraverso le grandi invenzioni del linguaggio barocco ha saputo trasformare lo spazio urbano, in primis, della città capitolina, muore a Roma nell’agosto 1667. Per ricordare i 350 anni della scomparsa, i Musei Vaticani, l’Accademia Nazionale di San Luca, la Facoltà di Architettura dell’Università di Roma La Sapienza, l’Accademia di Belle Arti di Roma e il MaXXI hanno elaborato un programma di iniziative che, avviato a dicembre, si protrarrà nel 2018.

Su impulso di Paolo Portoghesi, architetto e saggista che a Borromini ha dedicato pagine fondamentali della storia dell’arte e dell’architettura, le celebrazioni hanno visto, nel mese di dicembre, un convegno internazionale di studi nelle tre sedi dell’Accademia di San Luca, della Facoltà di Architettura della Sapienza e dei Musei Vaticani, la cui Pinacoteca ospita inoltre, sino al 5 gennaio, una mostra sui disegni borrominiani conservati presso la Biblioteca Vaticana.

Sino al mese di marzo, organizzate dalla Facoltà di Architettura della Sapienza, si terranno visite, lezioni e letture sulle architetture più rappresentative di Borromini a Roma, mentre un concorso fotografico, riservato agli studenti e organizzato da Accademia di Belle Arti e Sapienza, in collaborazione con l’Istituto Svizzero, si terrà dopo l’estate.

L’ultimo appuntamento sarà in marzo alla Facoltà di Architettura dell’ateneo capitolino e al MaXXI, che accoglieranno una serie di conferenze di alcuni fra i principali protagonisti dell’architettura contemporanea internazionale, tra cui Mario Botta, Luca Zevi, Arata Isozaki e Frank O. Gehry: tema sarà l’architettura di Borromini, nelle parole di Portoghesi, «gioiosa ed eternamente inquieta», letta alla luce della sua inesauribile attualità.

Arianna Antoniutti, da Il Giornale dell'Arte numero 382, gennaio 2018


Ricerca


GDA luglio/agosto 2018

Vernissage luglio/agosto 2018

Vedere a ...
Vedere in Puglia 2018

Vedere in Sicilia 2018

Vedere in Trentino 2018

Vedere in Friuli Venezia Giulia 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012