Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Antiquari


Stoccarda, cavallereschi tedeschi e matematici arabi

Settanta espositori alla Stuttgarter Antiquariatsmesse, fiera del libro e della grafica antica di fine gennaio

Una doppia pagina del compendio di matematica e geometria di Abdullah bin Muhammad al-Khawam

Stoccarda (Germania). Alla 55ma edizione della Stuttgarter Antiquariatsmesse, fiera del libro e della grafica antica ospitata dal Württembergisches Kunstverein dal 29 al 31 gennaio, partecipano quest’anno 70 antiquari, perlopiù tedeschi (tra cui ad esempio Manfred Nosbüsch, di Euskirchen-Kuchenheim, C.G. Boerner di Düsseldorf o l’antiquario-casa d’aste Stargardt di Berlino), ma con alcuni nomi importanti anche di fuori Germania, come gli svizzeri Heribert Tenschert (Antiquariat Bibermühle) di Ramsen e August Laube di Zurigo o Emanuel von Baeyer di Londra. Sono due gli italiani presenti: Bado e Mart di Padova (che è presente a Stoccarda per la prima volta) e lo Studio Bibliografico Giuseppe Solmi di Ozzano nell’Emilia (Bo).

L’oggetto più caro (2,4 milioni di euro) lo porta Heribert Tenschert: è l’ultimo manoscritto in mani private del poema cavalleresco tedesco in versi Wigalois, di Wirnt von Grafenberg, un’opera che si data tradizionalmente alla seconda decade del XIII secolo. Il manoscritto miniato su carta, con 31 miniature grandi o a piena pagina realizzate dalla bottega di Diebold Lauber, può essere datato prima del 1418 e proviene dalla collezione Fürstenberg di Donaueschingen, cittadina del Baden-Württemberg.

Non tutti sanno che l’artista e compositore John Cage era un appassionato raccoglitore e cuoco di funghi: il Mushroom book che Cage firmò a quattro mani con la giornalista di «The New Yorker» Lois Long nel 1975, stampato a New York in un’edizione di soli 75 esemplari e contenente 20 litografie, è in vendita presso Emanuel von Baeyer a 15mila euro. Bado e Mart di Padova porta un’edizione a colori del 1565 dei Commentarii su Dioscoride di Pietro Andrea Mattioli (con una richiesta di 38mila euro) e un Canzoniere del Petrarca in edizione veneziana del 1497 (a 25mila euro), mentre Giuseppe Solmi avrà un piccolo libro di orazioni tardocinquecentesco italiano (probabilmente genovese, quotato circa 7mila euro) e un manoscritto cartaceo in arabo, datato 735 (cioè il 1335 dell’era cristiana), con un compendio di matematica e geometria dello studioso Abdullah bin Muhammad al-Khawam (a 25mila euro).

di Vittorio Bertello, edizione online, 11 gennaio 2016


Ricerca


GDA maggio 2017

Vernissage maggio 2017

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2017

Focus on Boetti maggio 2017

Vedere a ...
Vedere in Friuli Venezia Giulia 2017

Vedere in Sicilia 2017

Vedere a Venezia e in Veneto 2017

RA Arte Contemporanea 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012