Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Fotografia


Losa Angeles

Alla regina piaceva la fotografia

Al Getty la collezione della regina Vittoria e tre serie di Sugimoto

Leonida Caldesi, «Prince Arthur», prestata dal Her Majesty Queen Elizabeth II Royal Collection Trust. © Her Majesty Queen Elizabeth II 2013

Quando la regina Vittoria compì vent’anni e regnava da due, nel 1839, la rivoluzionaria invenzione della fotografia fu annunciata al mondo da monsieur Daguerre a Parigi, e, quasi in contemporanea, da Henry Fox Talbot a Londra, che ne perfezionò ulteriormente la tecnica. Vittoria e il principe Alberto adottarono con entusiasmo il nuovo mezzo fotografico: fu la prima sovrana a essere fotografata, sia nei ritratti ufficiali sia nei momenti più diversi della vita quotidiana sua e della sua famiglia. La sua immagine divenne il simbolo dell’intera età vittoriana. «Ora, 175 anni dopo, cogliamo questa opportunità per celebrare l’anniversario del rapporto tra la sovrana e la fotografia, attraverso una ricca collezione di immagini che raccontano l’evoluzione del mezzo fotografico e della monarchia vittoriana», spiega Timothy Potts, direttore del J. Paul Getty Museum. Dal 4 febbraio all’8 giugno il museo californiano dedica infatti al tema la mostra «A Royal Passion: Queen Victoria and Photography», curata da Anne Lyden e comprendente importanti prestiti dalla Royal Collection della regina Elisabetta, oltre a pezzi della collezione del Getty.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Viviana Bucarelli, da Il Giornale dell'Arte numero 339, febbraio 2014


Ricerca


GDA novembre 2017

Vernissage novembre 2017

Sovracoperta GDA novembre 2017

Focus on Figurativi 2017

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2017

Vedere in Canton Ticino 2017

Vedere in Sardegna 2017

Vedere a Torino 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012