Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Roma, rimossa la scultura abusiva al Circo Massimo

L'installazione abusiva al Circo Massimo

Roma. Il monolite alto tre metri, pesante due tonnellate, è stato piazzato abusivamente al Circo Massimo, sullo sfondo delle rovine del Palatino, in una notte di fine novembre. Nessun permesso, nessun vigile o sorvegliante a chiedere informazioni per la lunga e complessa operazione. L'autore, Francesco Visalli, e alcuni amici hanno deviato il traffico armati di palette segnaletiche, scaricato da un camion l’enorme scultura, intitolata «Place de la Concorde» e l’hanno piazzata davanti al Palazzo di Augusto. È rimasta lì senza che nessuno degli addetti alla sicurezza se ne accorgesse, bene in vista, fino al 30 gennaio quando finalmente è stata rimossa, ma solo dopo la denuncia e le immagini di un servizio televisivo. L’autore, che ora dovrà pagare una multa salata, era sicuro, sostiene, che il giorno successivo all’impresa ci sarebbero state proteste scandalizzate: aspettava il divieto delle autorità deputate al controllo di una delle aree più tutelate d’Italia, polemiche, titoli sui giornali. Invece nessuno si è accorto di nulla. Dal 25 novembre la scultura-installazione è restata al suo posto. Uno straordinario spot pubblicitario gratuito. Appare incredibile che a Roma si possa fare di tutto: per 60 giorni una gigantesca scultura illegale è stata ignorata dai vigili urbani e dai funzionari della Soprintendenza comunale. Rimossa la scultura, a deturpare la bellezza del Palatino, resta lì vicino un enorme camion bar simile a tanti altri disseminati da decenni nel centro storico di Roma.

Tina Lepri, edizione online, 3 febbraio 2014


  • L'installazione abusiva, ora rimossa, al Circo Massimo

Ricerca


GDA novembre 2018

Vernissage novembre 2018

Focus on De Chirico 2018

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012