Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Fotografia

Filadelfia (Usa)

Tutto Strand

Dalle nature morte ai ritratti; dalla poesia dei paesaggi e delle architetture di Taos, in New Mexico, alle «street scene» della New York di Wall Street; dalle vedute del New England, cuore dell’America ritratto durante gli anni della prima guerra mondiale, agli abitanti della Luzzara, cittadina in Emilia Romagna, degli anni Cinquanta; dal Marocco al Ghana degli anni Sessanta.
La grande retrospettiva che il Philadelphia Museum of Art dedica a Paul Strand fino al 4 gennaio, «Paul Strand (1890-1976). Master of Modern Photography», comprende l’intera produzione del maestro, grazie alla recente acquisizione da parte del museo della produzione di Strand finora di proprietà di Aperture. Una particolare attenzione viene data nell’allestimento al periodo compreso tra gli anni Dieci e gli anni Sessanta, ma le circa 250 stampe in esposizione presentano l’intera opera di Strand. Cominciò a fotografare fin da adolescente e negli anni Dieci realizzò le prime immagini di stile «Pictorialist», come «The River Neckar, Germany» (1911).
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Viviana Bucarelli, da Il Giornale dell'Arte numero 347, novembre 2014


Ricerca


GDA luglio/agosto 2018

Vernissage luglio/agosto 2018

Vedere a ...
Vedere in Puglia 2018

Vedere in Sicilia 2018

Vedere in Trentino 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012