Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Museo Etrusco di Villa Giulia: un furto mirato

Almeno dieci le collane d’oro con smeraldi. perle e rubini della ottocentesca Collezione Castellani rubate a Pasqua

Roma. All’appello mancano dieci collane d’oro con smeraldi, perle e rubini dell'ottocentesca Collezione Castellani, rubate nella notte di Pasqua dal Museo Etrusco di Villa Giulia da tre incappucciati che hanno sfondato le teche con i gioielli a colpi di mazza. Una azione mirata ed eseguita «non certo da sprovveduti», dicono i carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale. Non è sicuro che la banda volesse rubare anche altri preziosi reperti del Museo, gli originali ori etruschi, come è stato detto in un primo momento. È una delle ipotesi degli investigatori, secondo i quali non è da escludere l’aiuto di basisti all’interno del museo anche perché l’allarme al 112 non sarebbe stato immediato. Quindi potrebbe essere più facile smerciare le copie d’oro ottocentesche trafugate, dopo avere cavato le pietre preziose, che vendere gli ori etruschi originali, tutti catalogati e illustrati.
Potrebbe comunque trattarsi anche di un furto su commissione: la collezione dei gioielli antichi del museo romano, particolarmente raffinata, è molto famosa.
L’attenzione degli investigatori si concentra sulla dinamica dell’assalto alle vetrine del primo piano del museo, sugli orari del personale (una cinquantina i custodi dell’intero complesso), sulla composizione del bottino e sui filmati delle telecamere di sorveglianza, anche quelle della stanza del furto in parte «oscurate» dai ladri. L’allarme del museo non è collegato direttamente con le forze dell’ordine, i ladri hanno agito con sicurezza e tranquillità sia quando sono entrati nel museo forse mischiati ai visitatori, sia quando sono usciti, coprendosi la fuga con i fumogeni. La sala degli ori (il Museo Etrusco è comunque aperto tranne le sale derubate) custodisce parte della collezione di Augusto Castellani, della notissima famiglia di orafi romani specializzata proprio nella riproduzione di antichi gioielli romani ed etruschi, che ha avuto come clienti i Savoia e l’imperatore di Prussia Federico III.

Articoli correlati:

Furto a Roma, rubati gioielli ottocenteschi nel Museo Etrusco di Villa Giulia

Tina Lepri, edizione online, 4 aprile 2013


Ricerca


GDA luglio/agosto 2018

Vernissage luglio/agosto 2018

Vedere a ...
Vedere in Puglia 2018

Vedere in Sicilia 2018

Vedere in Trentino 2018

Vedere in Friuli Venezia Giulia 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012