Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie


La Biblioteca Hertziana riapre. Davvero

Oggi grande inaugurazione, dopo 10 anni di lavori, del nuovo edificio progettato da Juan Navarro Baldeweg. Dal 1° febbraio sarà finalmente accessibile agli studiosi

L'accesso della Biblioteca Hertziana da via Gregoriana

Roma. L’ultima volta ne parlammo quasi cinque anni fa, in occasione della festa per la copertura del nuovo edificio della Biblioteca Hertziana progettato da Juan Navarro Baldeweg e incastonato tra le stradine storiche alle pendici del Pincio, tra i gioielli di Palazzo Zuccari e Palazzo e Villino Stroganoff restaurati nel 2004. Alla fine ci sono voluti dieci anni di lavori e una montagna di denaro pubblico e privato per costruire questa davvero complessa struttura, modificata in corso d’opera per salvaguardare, inglobandoli, gli eccezionali ritrovamenti archeologici della villa di Lucio Licinio Lucullo grazie a una grande «scatola» di cemento armato retta da 178 micropali, una soluzione modello di alta tecnologia.
Stamattina c’è stata la grande inaugurazione con i ministri tedesco e italiano e dal 1° febbraio la biblioteca, tra le più famose e fornite al mondo di storia dell’arte con i suoi oltre 250mila volumi e 800mila fotografie, sarà riaperta agli studiosi.
Tutto risale a un concorso internazionale vinto dall’architetto spagnolo nel 1995. Nel 2001, a causa di problemi statici e di sicurezza, si decise di demolire la costruzione degli anni Sessanta nel giardino del Palazzo Zuccari e di costruire un nuovo edificio. Oggi è questo il vero centro della Hertziana, nonché il punto di congiunzione tra i palazzi storici Zuccari e Stroganoff, con accesso da via Gregoriana dal Mascherone tardorinascimentale di Federico Zuccari. La nuova struttura è ampia, luminosa e trasparente, ispirata ai giardini terrazzati della sontuosa villa di Lucullo, vera meraviglia della Roma di I secolo a.C., con sale lettura e depositi di libri che si articolano nei vari piani intorno al cortile. Con l’inaugurazione l’annuncio per il centenario della biblioteca di una mostra a Palazzo Barberini a partire dal 7 marzo dedicata alla donazione, mai finora esposta, di Henriette Hertz allo Stato italiano.

Articoli correlati:
L'Hertziana è in ritardo, ma riaprirà

di Federico Castelli Gattinara, edizione online, 15 gennaio 2013


Ricerca


GDA settembre 2017

Vernissage settembre 2017

Vedere a ...
Vedere a Firenze e in Toscana 2017

Vedere in Puglia e Basilicata 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012