Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

Il pittore che Picasso temeva di incontrare

«Aquila posata su un pino con una coppia di gruppi di quattro calligrafie», Qi Baishi

Il 22 maggio scorso un dipinto del pittore cinese Qi Baishi (1864-1957) ha fissato il nuovo prezzo record per un’opera d’arte moderna cinese alla cifra di 370 milioni di renminbi (circa 42 milioni di euro) in una vendita della casa d’aste cinese di Pechino China Guardian, dopo una gara di rilanci durata mezz’ora. L’opera, «Aquila posata su un pino con una coppia di gruppi di quattro calligrafie» del 1946, comprende un dipinto di 266x100 cm e una coppia di rotoli di calligrafie, ciascuno di 264,5x65,8 cm, ed è ritenuta il maggior formato conosciuto di questo artista. È stato venduto dai collezionisti Liu Yiqian e Wang Wei, che lo avevano acquistato pochi anni fa a 20 milioni di renminbi. Di Qi Baishi, che secondo il database di prezzi d’asta Artprice è il terzo artista che fattura di più alle aste dopo Picasso e Warhol, lo stesso Picasso aveva una grande ammirazione, e si dice che non avesse il coraggio di andare in Cina per paura di incontrarlo.

da Il Giornale dell'Arte numero 311, luglio 2011


Ricerca


GDA novembre 2018

Vernissage novembre 2018

Focus on De Chirico 2018

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012