Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei

Romanelli, la fine di un impero

Venezia. Svolta storica nella direzione dei Musei Civici Veneziani. Il 31 agosto scade il mandato di Giandomenico Romanelli, che deteneva la carica fin dal 1979. Già impazza il totonomine, anche se il presidente della Fondazione dei Musei Civici, Walter Hartsarich, assicura: niente indiscrezioni fino alla conclusione dell’iter. Tra i «papabili» figurano i nomi di Gabriella Belli, direttrice del Mart di Rovereto, di Luca Massimo Barbero, ex direttore del Macro di Roma, dello storico dell’arte Giuseppe Pavanello e del critico Germano Celant. In questi 32 anni Romanelli ha resistito a ogni cambiamento, anzi ogni volta ha rafforzato la propria posizione, compresa l’ultima, tre anni fa, quando fu costituita la Fondazione dei Musei Civici. Da allora sono cambiati sindaco (da Massimo Cacciari a Giorgio Orsoni) e presidente (da Sandro Parenzo a David Landau ad Hartsarich). Non c’è dubbio che Romanelli ha goduto della piena fiducia di Cacciari e, in quanto tale, è stato uno dei protagonisti dell’operazione Punta della Dogana, data in concessione a François Pinault. Quanto allo stato attuale dei Musei Civici, un elemento di criticità è costituito dal mancato rinnovo, almeno al momento in cui scriviamo, della convenzione con Eni, a suo tempo firmata da Parenzo, per un importo di 1,8 milioni di euro. Difficoltà anche sul fronte del Museo Correr, l’unico a registrare un, sia pure lieve, calo di visitatori. Per rilanciarlo lo stesso Romanelli ha proposto di differenziarne maggiormente le collezioni rispetto a quelle di Palazzo Ducale. Altro obiettivo: rafforzare il settore del contemporaneo, il che apre anche la partita con la Fondazione Bevilacqua La Masa, in attesa di rinnovo del suo consiglio di amministrazione. Intanto il 26 giugno è stato riaperto, dopo anni, il Museo del Merletto a Burano.

Lidia Panzeri, da Il Giornale dell'Arte numero 311, luglio 2011


Ricerca


GDA novembre 2018

Vernissage novembre 2018

Focus on De Chirico 2018

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012