Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei

Collezionisti turchi sul Bosforo

La Borusan Holding, una delle più importanti aziende turche, sta ristrutturando un castello di Istanbul per esporre la sua collezione di arte contemporanea. Il Museo Borusan, la cui apertura è prevista per settembre, arricchirà le attività culturali gestite direttamente dalla società, che ha già al suo attivo un auditorium, un centro per l’arte e un centro culturale, oltre a finanziare diversi cori e orchestre. La Borusan Holding ha un fatturato che quest’anno dovrebbe raggiungere i 4 miliardi di dollari. Nata per la produzione di tubature in acciaio, oggi possiede società attive nella logistica, nella telecomunicazione e nella produzione di energia. Fin dall’inizio degli anni ’80 il gruppo ha alimentato una collezione d’arte che vanta oggi 600 opere. L’ambito di interesse, inizialmente centrato sugli artisti turchi contemporanei, si è ampliato fino a comprendere nomi internazionali, con opere, tra gli altri, di Donald Judd, Sol LeWitt, Jim Dine, Doug Aitken e Thomas Ruff, oltre a talenti emergenti come lo svizzero Marck o il coreano Haegue Yang. Il budget per le acquisizioni della compagnia è di 1 milione di dollari annui, di cui il 60% destinato ad artisti affermati e il 40% a emergenti. Il museo avrà sede nel Perili Kösçk, una residenza signorile affacciata sul Bosforo, dal lato europeo dello stretto, sede della Borusan Holding dal 2002. Gli esterni, che risalgono all’inizio del XX secolo, costruiti da Yusuf Ziya Pasha, mercante e consulente del Governo egiziano, sono stati conservati, mentre gli interni sono stati completamente ristrutturati per creare uno spazio adatto all’arte contemporanea.

Chiara Zampetti, da Il Giornale dell'Arte numero 311, luglio 2011


Ricerca


GDA maggio 2018

Vernissage maggio 2018

Fotografia Europea 2018

Vedere a ...
Vedere a Venezia e in Veneto 2018

Vedere nelle Marche 2018

Vedere a Milano 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012