Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Il principe si mette in mostra

«Amore con la bolla di sapone», 1634, Van Dyck

Evian (Francia). La mostra «Splendore della collezione del principe del Liechtenstein. Brueghel, Rembrandt, Rubens», fino al 2 ottobre, porta per la prima volta in Francia, nel Palais Lumière di Evian, una selezione della più importante collezione privata europea esistente. I principi del Liechtenstein, una delle più antiche famiglie nobili austriache, sono collezionisti fin dai tempi di Hartman von Liechtenstein (1544-85) e nel corso di cinque secoli hanno protetto vari artisti, con particolare attenzione per l’epoca barocca, il Classicismo e l’800. Dall’inizio del XIX secolo, la collezione è stata resa parzialmente accessibile al pubblico, mentre oggi è raccolta nel settecentesco Palais Liechtenstein di Vienna. A Evian sono esposti una settantina di quadri, alcuni di dimensioni monumentali, una ventina di sculture e alcuni arredi. La prima parte della mostra è focalizzata sul Barocco italiano (Marcantonio Franceschini, Guido Reni) e fiammingo (Rubens, Rembrandt, nella foto «Amore con la bolla di sapone», 1634, Van Dyck). Una seconda parte dell’esposizione è dedicata al Biedermeier con opere di Amerling, Gauermann, Waldmüller.

A.M.M., da Il Giornale dell'Arte numero 311, luglio 2011


Ricerca


GDA novembre 2018

Vernissage novembre 2018

Focus on De Chirico 2018

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012